Patente, salta il divieto per chi è affetto da malattie ematologiche

Grazie al progresso scientifico, il decreto del Presidente della Repubblica apre le portiere della auto ha chi ha malattie del sangue

Buone notizie per chi soffre di malattie ematiche e intende mettersi alla guida. A partire dal 6 ottobre verrà modificata la lista delle malattie che impediscono alle persone affette da patologie del sangue di sostenere l’esame per ottenere la patente di guida o per farsi rinnovare il fondamentale documento che attesta la possibilità di poter guidare.

A stabilirlo è un Decreto del Presidente della Repubblica sottoscritto lo scorso 10 luglio che entrerà in vigore a partire dalla seconda metà del mese di ottobre. Sarà quindi possibile, finalmente, per le persone affette da delicate malattie del sangue mettersi alla guida e questo perché, come si legge nel documento ufficiale, in considerazione del progresso scientifico intervenuto sui nuovi strumenti di diagnosi e sulle nuove terapie per la cura delle malattie del sangue.

Ma in quali casi malattie invalidanti impediscono alle persone di poter guidare? Il Regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della Strada prevede che le persone affette da problemi cardiovascolari non possano circolare in auto per questioni di sicurezza. Nessun certificato di idoneità nemmeno per chi è affetto da diabete mellito, nel caso in cui il malato abbia necessità di trattamento di insulina. Anche le altre malattie endocrine comportano l’impossibilità per chi ne soffre di potersi mettere al volante.

Tutte le malattie che riguardano il sistema nervoso, come encefalite, sclerosi multipla, miastenia grave sono altre patologie che limitano del tutto la libertà di circolare in auto. Turbe psichiche causate da malattie, postumi di interventi chirurgici, insufficienza renale sono altre patologie che precludono l’utilizzo delle automobili.

Provvedimenti severi messi in atto per salvaguardare l’incolumità della circolazione. Chi ha problemi di salute gravi potrebbe creare situazioni di notevole pericolo per sé ma anche mettere   rischio l’incolumità degli altri automobilisti che potrebbero subire le conseguenze della perdita del controllo delle automobili guidate da persone con patologie gravi.

Patente, salta il divieto per chi è affetto da malattie ematologiche
MOTORI Patente, salta il divieto per chi è affetto da malattie ematolog...