Ok a nuovi incentivi per le auto in Lombardia

I bonus auto seguono quelli delle moto elettriche diramati nelle scorse settimane dalla Regione Lombardia

Una ventata di nuovi bonus sono in arrivo in Lombardia per incentivare la popolazione all’acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni. I contributi, che vanno da 1.000 a 4.000 euro per un totale di 30 milioni a fondo perduto, potranno essere richiesti a partire da oggi, giovedì 17 giugno.

Stando a quanto approvato dalla Regione Lombardia, gli incentivi verranno erogati seguendo due diversi scenari. Il primo, che ha a disposizione 12 milioni, verrà stanziato a chi aveva fatto richiesta per i contributi precedenti, ma non è riuscito a usufruirne a causa del rapido esaurimento. In questo caso il cittadino dovrà presentare domanda online per poi incassare un rimborso diretto.

La seconda tranche da 18 milioni sarà invece dedicata a chi si recherà in concessionaria per comprare un’auto nuova, con i dealer che anticiperanno la somma ricevendo successivamente l’indennizzo da parte della Regione Lombardia.

Il bonus è cumulabile con gli altri incentivi statali, ma è vincolato alla rottamazione a eccezione che per l’acquisto di un’auto elettrica. La misura è valida per auto “di nuova immatricolazione o immatricolate successivamente al 1° gennaio 2020, intestate a una casa costruttrice di veicoli o a un venditore/concessionario”. Nello specifico l’acquisto dovrà avvenire contestualmente alla demolizione di un’auto a benzina Euro 0, 1 o 2 oppure diesel fino all’Euro 5, della quale l’acquirente risulta essere proprietario da prima dell’1 gennaio 2020.

Dopo aver diramato il bando per gli incentivi per le moto elettriche, la Lombardia si conferma vigile sul tema delle emissioni e prosegue il suo lavoro per permettere una circolazione sicura e basso impatto ambientale. Secondo quanto riferito dalla Regione nel caso dei nuovi acquisti “sarà necessaria l’applicazione dello sconto di almeno il 12% da parte del venditore sul prezzo di listino del modello base, al netto di eventuali allestimenti opzionali o di almeno 2.000 euro nel caso di autovetture ‘a zero emissioni’”.

Il totale dei contributi varia al variare del tipo di vettura che verrà acquistata. Nello specifico verranno concessi:

  • 4.000 euro per auto a zero emissioni (elettrica pura o idrogeno); 2.000 euro (senza radiazione);
  • 2.500 euro per auto con emissioni di Co2 ≤60 g/km e NoX ≤ 85.8 mg/km (euro 6D benzina, metano, gpl o ibride);
  • 2.000 euro per auto di Co2 ≤60 g/km e con NoX ≤ 126 mg/km (euro 6D-Temp benzina, metano, gpl o ibride oppure euro 6D diesel);
  • 2.000 euro per auto con emissioni 60<Co2≤110 g/km e con NoX ≤ 85.8 mg/km (euro 6D benzina, metano, gpl o ibride);
  • 1.500 euro con emissioni 60<Co2≤110 g/km e con NoX ≤ 126 mg/km (Euro 6D-Temp benzina, metano, gpl o ibride oppure Euro 6D diesel);
  • 1.500 euro con emissioni 110<Co2≤145 g/km e con NoX ≤ 85.8 mg/km (Euro 6D benzina, metano, gpl o ibride);
  • 1.000 euro con emissioni 110<Co2≤145 g/km e con NoX ≤ 126 mg/km (Euro 6D-Temp benzina, metano, gpl o ibride oppure Euro 6D diesel).

L’ok a nuovi incentivi, che può aiutare a svecchiare sempre più il parco auto presente in Italia, arriva dopo le aspre proteste delle associazioni che avevano denunciato al governo l’assenza di misure specifiche per il mercato delle quattro ruote nel Decreto Sostegni-bis.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ok a nuovi incentivi per le auto in Lombardia