Obbligo delle luci accese in auto di giorno: si va verso lo stop

Novità in vista (forse) per il Codice della Strada. Già nella passata legislatura si doveva mettere mano al Codice ma non se ne fece nulla, ora una sua modifica pare tornare sotto i riflettori del Governo gialloverde.

Lega e M5S hanno stilato delle proposte che andranno discusse in Parlamento prima di diventare legge.

Oltre al tema dell’uso dello smartphone al volante con il ritiro della patente per chi fosse sorpreso al volante mentre telefona e quello dell’innalzamento della velocità in autostrada da 130 a 150 km/h, sul tavolo è stato messo anche l’uso delle luci mentre si guida.

Sulla carta infatti potrebbero cambiare le regole per l’uso dei fari quando si è al volante. Oggi l’obbligo di utilizzare anche di giorno le luci anabbaglianti fuori dai centri abitati viene fortemente contestata soprattutto per motivi energetici.

Così la nuova proposta vorrebbe limitare l’obbligo di usare le luci durante il giorno solo per i veicoli “a due ruote ma non – si legge nel testo – per tutti gli altri veicoli, nei quali l’accensione dei proiettori anabbaglianti, comportando un indubbio aumento dell’energia necessaria richiesta al mezzo, determina un maggiore consumo di carburante, nonché un incremento del livello di emissioni inquinanti“.

MOTORI Obbligo delle luci accese in auto di giorno: si va verso lo stop