Le nuove tecnologie Bosch annullano le emissioni dei motori diesel

L’impegno di Bosch su questo fronte si concretizza in strumenti che azzerano le emissioni inquinanti

Bosch da tempo si sta impegnando nella riduzione delle emissioni dei motori diesel e nell’annullare le quote degli ossidi di azoto.

Grazie alla ricerca oggi le più recenti tecnologie della Casa hanno la capacità di ridurre le emissioni dei motori diesel e di portarle sotto a quelli che saranno i limiti definiti dall’Unione Europea. Bosch vanta una grande esperienza nei sistemi di controllo dei motori a benzina e diesel e si occupa di applicazioni high-tech relative a tutti i veicoli, oltre che ad azzerare le emissioni di ossidi di azoto.

Bosch continua a fare progressi in questa direzione e anche lo scorso anno è riuscita a fare un passo avanti importante. Infatti una squadra di esperti, dopo aver percorso diversi km su strade pubbliche con veicoli di prova, era riuscita a raggiungere un miglioramento deciso nelle dinamiche tra trattamento dei gas di scarico, efficienza del motore e ricircolo. Il veicolo sperimentale di Bosch ha registrato emissioni di ossido di azoto di circa 13 mg/km. Si tratta di un decimo circa del limite massimo che verrà imposto in Europa a partire dal prossimo anno.

Il veicolo di prova ha percorso strade in salita e in discesa, nel traffico, in aree congestionate ma anche in campagna, in città e in autostrada e con qualsiasi tipologia di clima e condizioni climatiche. Questo mezzo è un diesel compatto e moderno, gli ingegneri di Bosch ne hanno modificato quasi tutti i componenti del sistema di propulsione e dell’impianto dei gas di scarico per sfruttare i progressi tecnologici al meglio e anche le varie informazioni raccolte.

Tra i componenti Bosch quelli che sono stati modificati ci sono il sistema di iniezione sia del carburante che di AdBlue e il sistema di gestione del motore. Anche il sistema di ricircolo dei gas, il turbocompressore e i convertitori catalitici hanno subito degli adeguamenti, per tutta una serie di rilevazioni che sono state registrate durante i test e che hanno permesso di realizzare nuovi metodi per mantenere la temperatura dei gas di scarico nel convertitore catalitico sopra ai 200 gradi. In questo modo le emissioni prodotte sono diminuite moltissimo.

Anche il sistema di trattamento dei gas di scarico è stato modificato e posizionato più vicino al motore, un convertitore catalitico SCR è stato combinato con un filtro antiparticolato ed è stato aggiunto anche un altro convertitore. Il sistema intero è stato anche isolato termicamente. Tutto ciò ha permesso di riscaldare più velocemente il ricircolo dei gas di scarico e mantenere al minimo le perdite di calore. Il nuovo sistema ha prodotto emissioni di NOx molto basse e gli ingegneri Bosch continueranno a perfezionarlo per annullarle.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Le nuove tecnologie Bosch annullano le emissioni dei motori diese...