Nuova legge su mercato dell’auto: ecco come l’acquirente è più tutelato

Con il nuovo Decreto Legislativo 21/2014, più garanzie per l'acquirente, anche su internet

Importanti novità per il mercato dell’auto: grazie ad un nuovo decreto legislativo, infatti, l’acquirente sarà più tutelato al momento del passaggio di proprietà di una macchina.
 
La norma in questione è contenuta nel Decreto Legislativo 21/2014 entrato in vigore lo scorso 13 giugno e riguarda, in generale i contratti di vendita e servizi a distanza ma nello specifico avrà importanti riflessi pure in quello dell’auto, anche dell’usato.
 
"Si tratta di un passo avanti per i venditori che vogliono fare la differenza, proteggendo il consumatore e un ulteriore incentivo per decidere di acquistare un’auto usata solo da professionisti qualificati", le parole di Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.
 
"Il Decreto legislativo 21/2014 – aggiunge Raffaele Caracciolo, esperto di automotive dell’associazione – dovrebbe segnare il tramonto di pratiche commerciali scorrette, purtroppo, consuete in alcuni mercati, primo tra tutti quelli dell’automobile. Le informazioni precontrattuali diventano sempre di più un elemento determinante nella relazione tra dealers di auto e consumatore ed è interesse dello stesso venditore assicurarsi che chi compra sia assolutamente consapevole di ciò che sta acquistando". 
 
"Quindi  le caratteristiche essenziali del veicolo, le sue dotazioni, gli eventuali limiti nel suo utilizzo e, nel caso di veicoli usati, le conseguenze del pregresso utilizzo, devono essere note al consumatore come condizione imperativa perché il contratto sia vincolante per il consumatore – prosegue l’esperto – Insomma, se il professionista non può dimostrare di aver fornito informazioni precontrattuali adeguate e comprensibili per il consumatore, questi non sarà vincolato a concludere un contratto firmato: potrà rifiutare la consegna e il professionista dovrà rimborsare la caparra”.
 
“La nuova direttiva – prosegue Raffaele Caracciolo – chiarisce molti aspetti della vendita a distanza, superando gli ostacoli che sinora impedivano di concludere l’acquisto di veicoli usati sul web: comprare un’auto usata senza vederla è oggi, dunque, possibile e vantaggioso, se chi la offre si è adeguatamente organizzato per gestire il diritto di recesso ed applica la norma UNC DOC 01". 
 
"Come già si acquistano sul web senza rischi scarpe e vestiti, possiamo farci inviare l’auto che ci serve per verificare che corrisponda alle informazioni precontrattuali ricevute e decidere se fa al caso nostro o meno, sulla base di informazioni certe, verificabili e impegnative per chi la vende, come del resto avviene già da tempo in Inghilterra”, conclude caracciolo. Per ulteriori informazioni sul nuovo decreto, ecco lo speciale di QuiFinanza
MOTORI