La nuova gamma ibrida per i Carabinieri, firmata Toyota Yaris

La flotta dell’Arma si amplia e accoglie ben 250 vetture ibride di nuova generazione

La flotta dei Carabinieri si allarga e si elettrifica, la Toyota Yaris Hybrid è fra le nuove auto presenti, con 250 unità.

Le vetture infatti vestono i colori istituzionali dell’Arma e sono state consegnate proprio qualche ora fa da LeasePlan Italia, la società che ha vinto la gara Consip 13 per il noleggio a lungo termine dei veicoli in dotazione alle Forze dell’Ordine, e Toyota Motor Italia. A riceverla il Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri Teo Luzi. Le chiavi della prima Toyota Yaris ibrida “in divisa” sono state consegnate proprio a lui e andranno poi alle varie stazioni che sono state individuate all’interno del territorio nazionale. L’obiettivo è quello di utilizzarle principalmente alle aree sottoposte a vincoli ambientali particolari e alle zone pedonali.

Le nuove Toyota Yaris Hybrid per i Carabinieri hanno un motore a benzina abbinato all’elettrico, in grado di diminuire le emissioni inquinanti di CO2 di molto. La potenza erogata è di 100 Cv in tutto ed è la soluzione ottimale per viaggiare sulle linee urbane. La Casa dichiara 27 km di percorrenza media con un litro e le emissioni di CO2 sono di 84g/km. Frenata assistita, abbaglianti automatici, avviso superamento corsia e riconoscimento segnaletica stradale sono solo alcuni dei dispositivi di sicurezza all’avanguardia montati sulle ibride che vanno a completare la flotta dell’Arma.

Oltre alla livrea tradizionale, le nuove Yaris per i Carabinieri vedranno anche i segnalatori luminosi a Led e il faro di ricerca sempre con tecnologia a Led posizionato sul tetto, insieme ad una coppia di lampeggianti blu. Negli interni sono state studiate alcune soluzioni ad hoc, come i due supporti pensati per le armi di ordinanza a bloccaggio meccanico e anche i sistemi per la radiocomunicazione.

Toyota, nei mesi scorsi, ha organizzato differenti eventi formativi dedicati all’Arma, per istruire sul passaggio alla guida di vetture ibride. Le sessioni sono state in tutto dieci e sono state organizzate a Firenze, Perugia, Milano, Napoli, Padova, Bologna, Palermo, Roma, Catanzaro e Cagliari. Una nota ufficiale del costruttore esprime quanto, alla fine del percorso di formazione per 250 Carabinieri in tutto, in dieci differenti Comandi di Legione, sono stati nominati anche degli Hybrid Ambassador, che hanno visto quindi un riconoscimento simbolo della loro preparazione e della capacità di trasmettere vantaggi e ideali della tecnologia ibrida ai colleghi.

MOTORI La nuova gamma ibrida per i Carabinieri, firmata Toyota Yaris