Multe: per pagare con lo sconto ci sono due giorni in più

Le multe con sconto sono da sempre solo una fantasia, ora in procinto di diventare realtà. Si tratta di un nuovo emendamento in approvazione alla Camera

Le multe con sconto potrebbero diventare concrete grazie all’emendamento presentato da Giovanni Sanga del Partito Democratico. La nuova possibilità è stata presentata alla Commissione Finanza della Camera e prevede ben 2 giorni in più rispetto ai 5 di base per pagare una multa con sconto del 30% utilizzando il servizio dell’Home banking. L’opzione potrebbe essere convalidata definitivamente nei prossimi mesi, dopo aver passato un’attenta analisi nella Camera e aver superato l’iter di approvazione definitivo. Secondo il relatore, la norma non è stata modificata molto in sede di analisi, ma è stata ampliata con misure nuove, poste in difesa dei cittadini. L’agevolazione, già esistente, può essere sfruttata sia da chi ha commesso l’infrazione, sia dal proprietario del veicolo multato.

Le multe con sconto possono valere su una moltitudine di verbali, tra i quali ci sono per esempio i verbali contestati al trasgressore e quelli notificati, oltre ai preavvisi lasciati sul parabrezza di un veicolo in sosta. Pertanto, dello sconto del 30% possono beneficiare tutti i conducenti/proprietari, indipendentemente dai punti rimasti sulla patente e dalle possibili infrazioni precedenti. Bisogna ricordarsi che il pagamento della multa, con o senza sconto, significa l’ammissione della pena e quindi l’impossibilità di presentare il relativo ricorso al Giudice oppure al Prefetto. Per usufruire della multa con sconto, il trasgressore deve pagare l’importo della multa entro 5 giorni dalla data di notifica del verbale o dalla data del preavviso, nel caso in cui la notifica fosse lasciata sul parabrezza dell’automobile o della moto.

Oltre alle multe con sconto, è prevista anche un’ampia varietà di quelle escluse dalla riduzione del 30% sul valore della multa. In particolare si tratta di tutte quelle violazioni che comportano la confisca del veicolo e che prevedono una sanzione amministrativa accessoria in forma della sospensione della patente di guida e per le quali la somma di pagamento viene determinata dal Prefetto. In tutti questi casi si dovrà pagare l’importo della multa completamente, oppure fare ricorso agli organi di Giustizia già citati. Qualora però si perda il ricorso, si dovrà comunque adempire al pagamento utilizzando uno dei metodi di pagamento previsti. Nonostante tutto, si tratta di una vera opportunità per tutti coloro che nel futuro verranno multati, poiché il 30% di sconto è una possibilità che vale la pena conoscere e sfruttare.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Multe: per pagare con lo sconto ci sono due giorni in più