Il Mugello consegna respiratori e attrezzature alla Sanità della Regione

Grande gesto di solidarietà da parte del Centro Medico dell'Autodromo del Mugello

Il Centro Medico dell’Autodromo del Mugello ha consegnato attrezzature alla sanità della Regione Toscana per aiutare a contrastare l’emergenza Coronavirus. Un gesto nobile da parte del Centro Medico che ha donato due ventilatori polmonari, due monitor per la terapia intensiva, quattro monitor defibrillatori, un ecografo digitale e altri materiali di rianimazione.

L’Amministratore Delegato del Circuito del Mugello, Paolo Poli, aveva da subito manifestato a Federico Ignesti, sindaco di Scarperia e San Piero, la propria disponibilità per aiutare la sanità regionale in un momento di enorme difficoltà. Un respiratore automatico con relativo monitor ed ecografo è stato donato all’Ospedale del Mugello a Borgo San Lorenzo, per potenziare i posti in terapia intensiva. Al Policlinico di Careggi a Firenze, invece, è stata consegnata la strumentazione per un secondo letto di rianimazione, insieme a quattro defibrillatori.

“In un momento di difficoltà, abbiamo segnalato immediatamente la nostra disponibilità – ha dichiarato l’Amministratore delegato dell’Autodromo Paolo Poli – per noi è un piccolo gesto a sostegno dello straordinario contributo di professionalità fornito da tutti gli operatori del sistema sanitario che stanno vegliando sulla nostra salute”.

L’annuncio della grande opera di solidarietà è arrivato attraverso il profilo Twitter del Mugello, con un post che mostra la foto della strumentazione donata alla sanità: “Attrezzature di rianimazione dell’Autodromo del Mugello a disposizione per emergenza Covid-19 – si legge nel tweet – I materiali, già presenti presso il Centro Medico Autodromo, sono stati consegnati nei giorni scorsi alla Sanità della Regione Toscana per il Policlinico Careggi e per l’ospedale Borgo S.Lorenzo”.

Il Mugello è da sempre in prima linea quando si tratta di aiutare la comunità e lo sta dimostrando ancora di più durante l’emergenza causata dal diffondersi del Coronavirus. La scorsa settimana una delegazione dell’Autodromo ha donato il sangue, in assoluta sicurezza e rispettando tutti i protocolli necessari, per dare il proprio supporto a tutte quelle persone che si curano e vivono grazie ai servizi trasfusionali.

“Ringrazio Paolo Poli, Amministratore Delegato dell’Autodromo del Mugello – ha dichiarato Dario Nardella, il sindaco della Città Metropolitana di Firenze – è un esempio che spero possa alimentare ulteriormente l’unica gara possibile in questo momento, che è quella della responsabilità, della condivisione e della solidarietà”.

Il mondo dello sport, ancora una volta, si impegna per aiutare la popolazione in un momento di difficoltà. Il gesto del Mugello arriva a pochi giorni di distanza dalla decisione della Ferrari di mettersi a disposizione per produrre parti dei respiratori destinati agli ospedali italiani.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il Mugello consegna respiratori e attrezzature alla Sanità della Regi...