Moto elettrica a 330 km/h, l’impresa eccezionale di Max Biaggi

Il sei volte campione romano vuole battere un nuovo record mondiale di velocità a bordo di una moto elettrica

È tempo di elettrico, ormai non si parla d’altro, tra moto e auto green, incentivi per l’acquisto, zero emissioni.

Tutte le Case automobilistiche stanno elettrificando la gamma, puntando anche sulle nuove motorizzazioni ibride che oggi stanno avendo parecchio successo. In questo scenario ecosostenibile spunta Max Biaggi, che tutti conosciamo come sei volte campione del mondo tra la Classe 250 e le Superbike, famoso pilota motociclistico italiano conosciuto in tutto il mondo. Il motivo per cui ne parliamo oggi è la sfida che ha deciso di affrontare, vuole infatti battere un nuovo primato a livello mondiale con Voxan, il marchio della Venturi Automobili pioniere della mobilità elettrica. Max Biaggi vuole montare in sella alla moto elettrica del brand, mezzo che punta a battere il record della categoria “moto elettriche azionate dall’azione di una ruota a contatto con il suolo, parzialmente aerodinamica, sotto i 300 kg”.

A Monaco la Voxan Wattman è stata progettata e costruita proprio per questo motivo, con la grande ambizione di rivoluzionare il mondo delle moto elettriche, andando a superare la soglia dei 330 km/h di velocità massima. È proprio Max Biaggi il pilota che salirà in sella a questo bolide senza eguali, che nonostante i suoi 47 anni e la sua interminabile carriera, non è ancora stanco di sfrecciare verso nuovi orizzonti, per il raggiungimento di importanti obiettivi. È stato proprio lui a dichiarare infatti: “Ho sempre amato le sfide, sono orgoglioso di fare questo nuovo passo nella mia carriera con i colori di Voxan e Venturi, con i quali ho già iniziato a lavorare. Gli ingegneri e i progettisti sono guidati da un senso di determinazione estremamente motivante. Superare la velocità di 330 km/h insieme a questa macchina sarà una prova ancora più evidente della competenza del gruppo in questo campo”.

Il progetto vede la prova di raggiungimento di questo nuovo record per l’estate del prossimo anno. La corsa si svolgerà nella famosa salina di Uyuni, in Bolivia. Il record attuale, che si intende superare con questa prova importante, di 327,608 km/h raggiunti nel 2013 da Jim Hoogerhyde, che ha guidato una SB220 Lightning SB220.

Stiamo tutti ad attendere quindi in ritorno al mondo della velocità su due ruote per il nostro campione italiano Max Biaggi, che annunciò il suo ritiro ufficiale dal mondo delle corse in moto proprio dopo il 9 giugno 2017, quando allenandosi in Supermotard sulla pista Sagittario di Latina rimase vittima di un grave incidente, che lo costrinse per ben 18 giorni nel reparto di rianimazione.

max biaggi record moto elettrica

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Moto elettrica a 330 km/h, l’impresa eccezionale di Max Bia...