Mondiale Rally 2022: Hyundai presenta il nuovo bolide ibrido

Hyundai i20 N Rally1 è il bolide ibrido della Casa sudcoreana che si presenta ai nastri di partenza del Rally di Monte Carlo, prima gara della stagione

Il fine settimana dal 20 al 23 gennaio segna il debutto del WRC, il FIA World Rally Championship, pronto ai nastri di partenza con l’iconico rally di Monte Carlo. In occasione della prima gara del 2022 Hyundai Motorsport ha tolto i veli alla sua flotta ibrida, la Rally1 pronta a conquistare le strade della competizione.

Hyundai presenta il nuovo bolide ibrido

L’avvio dell’avventura rallistica del nuovo anno vedrà tante novità al semaforo verde, tra le quali la potente Hyundai i20 N Rally1 che farà di tutto per imporsi su le altre quattro ruote in gara. In vista della stagione di WRC l’entrata nell’era ibrida della Casa sudcoreana è condita da aspettative e tanta voglia di fare.

Accanto alle consolidate coppie formate da Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe e Ott Tänak e Martin Järveoja, il team ha deciso di sorprendere tutti presentando il più giovane equipaggio nella storia di Hyundai Motorsport. A Monte Carlo infatti correrà il ventenne svedese Oliver Solberg e il suo co-pilota ventisettenne Elliott Edmondson.

Gli equipaggi, si legge nella nota diramata dalla Casa, si sono preparati a lungo prendendo confidenza col nuovo ibrido e hanno lavorato tanto prima dell’evento con l’obiettivo di primeggiare in classifica nel corso dei quattro giorni di gara.

A sottolineare l’importanza del progetto ci ha pensato anche Julien Moncet, Deputy Team Director di Hyundai Motorsport: “Siamo entusiasti di vedere il debutto delle nuove auto Rally1 a propulsione ibrida. Questo sarà il culmine di un intenso periodo di sviluppo tecnico da parte di tutta la nostra organizzazione. Per Hyundai Motorsport, l’obiettivo a lungo termine quest’anno è quello di lottare ancora una volta per i titoli WRC“.

Hyundai, dopo aver presentato il SUV del futuro SEVEN, si prepara al Rally di Monte Carlo già da dicembre, quando i tre equipaggi sono saliti a bordo della Hyundai i20 N Rally1 tra le Alpi francesi per prendere confidenza con le condizioni attese nel Principato.

Rally Monte Carlo, il programma e cosa aspettarsi

Il debutto della stagione 2022 è sulle strade del Principato, in una delle gare più insidiose della competizione. Infatti, a causa delle condizioni mutevoli e dell’asfalto misto tra neve e ghiaccio, i piloti saranno chiamati a fare attenzione a ogni curva e tornante.

Rispetto alla precedente gara del 2021 poi il percorso è stato modificato addirittura del 95%. Il via al rally è stato dato giovedì 20 gennaio, dopo la consueta cerimonia d’apertura che ha visto debuttare anche la nuova M-Sport Ford Puma Hybrid Rally1, con due gare in notturna, venerdì invece tanti chilometri macinati tra Roure/Bevil (18,33 Km), Guillaumes/Péone/Valberg (13,49 chilometri) e Val-de-Chalvagne/Entrevaux (17,11 Km), con una sola sosta consentita per il cambio degli pneumatici tra i loop del mattino e del pomeriggio.

Huyndai, il nuovo ibrido

Hyundai i20 N Rally1 è pronta alla sfida del WRC

La tappa del sabato inizia invece con Le Fugeret/Thorame-Haute (16,80 km), prima di affrontare la sfida dei due passi di Saint-Jeannet/Malijai (17,04 Km) e Saint-Geniez/Thoard (20,79 Km). Il capitolo conclusivo di domenica vede due prove ripetute nelle ultime tappe di La Penne/Collongues (19,37 Km) e Briançonnet/Entrevaux (14,26 km).

Julien Moncet, Deputy Team Director di Hyundai Motorsport, spera di partire al meglio in questa stagione: “Per lottare per tutti i titoli WRC sappiamo che sarebbe un grande vantaggio assicurarsi un risultato importante nel round di apertura. Come squadra, faremo tutto il possibile per far partire il 2022 nel modo migliore con i nostri tre equipaggi”.