A Milano incentivi per moto e scooter sino a 1800 euro

Il Comune ha varato un piano di contributi per privati e imprese che vogliono comprare nuovi veicoli

Il Comune di Milano ha deciso di stanziare contributi per tutti coloro che vogliono sostituire o acquistare nuovi mezzi di trasporto con un basso impatto ambientale, lo scopo è quello di svecchiare e migliorare il parco auto e moto circolante nel capoluogo lombardo, oltre a contenere le emissioni.

Questo nuovo provvedimento nasce anche dal bisogno di mettere a disposizione dei cittadini milanesi delle nuove forme di mobilità in alternativa al trasporto coi mezzi pubblici, che oggi, come ben sappiamo, è penalizzato dalla necessità di mantenere le distanze di sicurezza tra le persone, per contenere i contagi da Coronavirus.

I contributi e gli incentivi che vengono concessi dal Comune di Milano si possono cumulare con quelli statali, di cui abbiamo recentemente parlato. Marco Granelli, Assessore alla Mobilità, ha dichiarato: “Vogliamo aiutare i cittadini che devono ricorrere all’uso di veicoli privati per gli spostamenti a farlo con mezzi meno inquinanti e più leggeri. Gli incentivi sono una delle strade che stiamo percorrendo per agevolare il ricambio del parco mezzi circolante a Milano. Sostituire un vecchio diesel, acquistare uno scooter o una bici elettrica, sarà più facile e meno oneroso per tutte le famiglie e le imprese anche del terzo settore, e consentirà di contenere le emissioni più inquinanti in città”.

Questo piano di incentivi è destinato ai cittadini maggiorenni e, per la prima volta, non prevede alcuna limitazione ISEE, in questo modo quindi possono accedervi tutti, come avviene per il Bonus Mobilità concesso dallo Stato. I fondi che sono stati messi a disposizione sono destinati a micro, piccole e medie imprese, ai lavoratori autonomi con partita IVA residenti a Milano, a enti del terzo settore e alle imprese artigiane non milanesi ma che siano titolari di licenza per l’esercizio dell’attività di vendita su aree pubbliche rilasciata dal Comune di Milano.

Il nuovo bando introduce anche altre novità, come ad esempio la possibilità di ottenere un contributo fino a 1.800 euro per tutti i privati che decidono di comprare uno scooter nuovo e di 1.500 euro per chi acquista una bicicletta elettrica o ibrida, senza alcun obbligo di rottamazione. Nel caso in cui invece sia prevista la rottamazione o per chi non ha un veicolo da almeno 4 mesi, allora il contributo per lo scooter passa a 3.000 euro.

Per quanto riguarda i contributi per l’acquisto di autoveicoli ibridi, elettrici, bifuel, benzina Euro 6, per accedervi, i privati dovranno radiare e demolire un veicolo per il trasporto di persone a benzina fino a Euro 2 incluso o diesel fino a Euro 5 incluso. Per l’acquisto di auto ibride il Bonus arriva fino a 6.000 euro. Le imprese invece potranno accedere alle agevolazioni per comprare fino a 5 veicoli commerciali o per il trasporto di persone, diesel Euro VI solo per i camion e i pullman, benzina Euro 6, Gpl, metano, ibrido e elettrico.

Le imprese potranno accedere agli incentivi provvedendo contestualmente alla demolizione di un veicolo delle categorie N1, N2, N3, M1, M2 e M3 con alimentazione a benzina fino ad Euro 2/II incluso o diesel fino ad Euro 5/V incluso, oppure di un motoveicolo o ciclomotore a due tempi fino a Euro 2 o con alimentazione a gasolio fino a Euro 2 o con alimentazione a benzina a quattro tempi Euro 0, 1.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI A Milano incentivi per moto e scooter sino a 1800 euro