Michael Schumacher, ultime notizie del 12/11/2021

Sono passati 7 anni dal tragico incidente sugli sci che ha cambiato per sempre l'esistenza di Michael Schumacher: sulle sue condizioni di salute la famiglia mantiene il massimo riserbo

La caduta sugli sci del 29 dicembre 2013 provocò gravi danni cerebrali a Michael Schumacher, che dopo due operazioni delicate si risvegliò dal coma nel giugno del 2014. Sul suo stato di salute e sulla sua riabilitazione permane un alone di mistero anche se negli ultimi mesi ci sono stati segnali positivi in merito ad un suo recupero.

Riportiamo qui in maniera cronologica le ultime notizie che riguardano lui e la sua famiglia.

Schumi riconosce Todt? La risposta del suo ex team manager

Il 29 dicembre 2021 segnerà otto anni dall’orribile incidente sciistico di Michael Schumacher sulle Alpi francesi. Da quel giorno nel 2013, lo stato di salute dell’ex pilota della Ferrari è stato tenuto segreto. In un documentario recentemente pubblicato da Netflix, la moglie di Schumacher , Corinna, non ha rivelato alcun dettaglio sulla situazione di salute del marito, ma l’ex capo del team Ferrari Jean Todt a chi gli chiede, quali siano le condizioni di salute del pilota, fa capire che non può rivelare nulla e, quando un giornalista gli chiede: “Michael Schumacher ti riconosce?” l’ex team manager, alza le spalle e sorride, lasciando in chi ascolta un silenzio che durerà per chissà quanto tempo. (12/11/2021)

Tragica scomparsa dell’ex ingegnere Terzi, in F1 nell’era Schumacher

Lutto improvviso e doloroso in F1. Antonia Terzi, ex ingegnere aerodinamico che lavorò in Ferrari, nel periodo d’oro di Michael Schumacher, e poi alla Williams, è morta per un tragico incidente stradale su un’autostrada del Regno Unito, domenica 31 ottobre.

Ricordata per essere stata una delle prime donne a entrare in Formula 1 nel mondo dei tecnici, ingegneri e aerodinamici (quasi tutti uomini). Dopo la laurea nel 1996, faceva parte della nuova squadra con a capo il direttore tecnico Ross Brawn, arrivato dalla Benetton. Michael Schumacher all’epoca voleva riportare a Maranello il Mondiale di F1. La Terzi lavorò dal 1999 al 2001 alla realizzazione delle monoposto Ferrari. Sue la F399, la F1-2000 con cui Schumi riuscì a vincere il titolo piloti dopo 21 anni da quello di Jody Scheckter e la seconda doppietta piloti-costruttori nel 2001 con la F2001. La Terzi aveva lasciato la Formula 1 nel 2004, ma ha perso tragicamente la sua vita poche ore fa, a causa di un terribile incidente stradale. (01/11/2021)

Esce su Netflix il documentario su Schumacher

Esce oggi 15 settembre 2021 su Netflix il documentario sul pilota di Formula Uno Michael Schumacher. Il documentario racconta vita e carriera di Michael Schumacher ed è stato realizzato con il sostegno della sua famiglia. Schumacher’ dura 1 ora e 52 minuti e Netflix lo pubblica all’interno del proprio catalogo di contenuti in streaming

Parla Corinna Schumacher: ‘A tutti manca Michael’

Corinna Schumacher, moglie del sette volte campione del mondo di Formula 1, in un’intervista a Télé-Loisirs, a pochi giorni dall’arrivo su Netflix del documentario dedicato al campione tedesco, ha parlato delle condizioni di Schumi: “Attualmente viviamo insieme a casa. È in cura e facciamo di tutto per migliorare le sue condizioni, per assicurarci che sia a suo agio e per fargli sentire la nostra presenza, il nostro legame. Come famiglia, cerchiamo di andare avanti come avrebbe voluto Michael e come lo vorrebbe ancora. La vita va avanti. Michael ci ha sempre protetto, e ora noi stiamo proteggendo lui.” La moglie ha parlato delle sue condizioni ed ha lasciato un commovente messaggio: “Mi manca ogni giorno. Ma non solo a me: ai bambini, alla famiglia, a suo padre , a tutti quelli intorno a lui. A tutti manca Michael. Ma lui è lì, anche se in modo diverso.” (08/09/2021)

Todt: ‘Schumacher migliorerà….’

”Michael migliorerà lentamente e sicuramente”. Le parole sono di Jean Todt, ex team principal della Rossa e una delle persone da sempre più vicine al campione tedesco. ”Certo, ci sono state delle conseguenze ma con Michael c’è sempre la sua famiglia”, ha detto Todt alla Bild. Fondamentale il ruolo della moglie di Michael, Corinna, da anni ormai al suo capezzale nelle villa di Ginevra dove il campione viene accudito. “Ho trascorso molto tempo con Corinna da dopo l’incidente: è una gran donna e manda avanti la famiglia. Non ha avuto scelta, perché le è capitato all’improvviso e non se lo aspettava e lo fa molto bene. C’è fiducia reciproca”, ha concluso Jean Todt. (07/09/2021)

Il doumentario sulla vita di Schumacher uscirà il 15 settembre su Netflix

Netflix rilascia il teaser del documentario su Schumacher che sarà disponibile in streaming a partire dal 15 settembre e lo fa nel giorno del’annversario del debutto del campione tedesco in Formula 1 avvenuto il 25 agosto 1991 sul circuito di Spa-Francorchamps in Belgio alla guida della Jordan 191.

Il docu-film ripercorre la strepitosa carriera di Schumacher, ma anche la vita personale e familiare. La regista Vanessa Nocker ha ricostruito le tappe più iportanti con l’aiuto della moglie e della famiglia del pilota. “Corinna è stato il nostro più grande sostegno. Lei per prima ha voluto un film autentico, che mostrasse Michael per come è fatto, con i suoi alti e bassi, senza addolcire nulla”. (26/08/2021)

Willi Weber contro Corinna: “Mi ha tagliato fuori dalla sua vita”

Willi Weber, lo storico manager di Michael Schumacher e del fratello Ralph, ha accusato la moglie del campione tedesco di averlo allontanato dopo l’incidente. “Mi ha cancellato dalla sua vita dal quel giorno non ho più ricevuto telefonate, neanche una lettera – ha dichiarato ai microfoni dell’emittente tedesca RTL – Come sono potuto diventare una gomma consumata in tutti questi anni?”.

Fu proprio Weber a scoprire un giovanissimo e promettente Scumacher e a portarlo prima in Formula 3 e poi in Formula 1. Poi lo ha seguito nella sua carriera, facendolo diventare una delle star sportive più amate di sempre e più corteggiate da sponsor e scuderie.

Nell’intervista ha manifestato il suo rammarico per non avergli fatto visita dal giorno dell’incidente. “Ripensandoci ora avrei dovuto prendere un aereo e raggiungerlo immediatamente in ospedale. Tuttavia, quando ho visto la coda di persone fuori dalla struttura, ho esitato e non sono entrato subito, ma non avrei dovuto agire così. Ho pensato migliaia di volte a quel momento, e mi sono sentito un miserabile. Ho sofferto come un cane, anche perché Schumacher per me è il figlio che non ho mai avuto”. (25/08/2021)

Il presidente della Fia: “Michael è vivo solo grazie a Corinna”

7 anni e 8 mesi dall’incidente di Michael Schumacher; il campione è rimasto gravemente ferito sulle piste da sci a Méribel, ed è stato poi molti mesi in coma farmacologico. Sulle sue condizioni sappiamo sempre molto poco, infatti gli amici e soprattutto la sua famiglia hanno protetto la sua dignità e la privacy. L’ex amministratore delegato della Ferrari Jean Todt ha rilasciato un’intervista alla Bild in cui racconta quanto proprio la sua famiglia non lo abbia mai abbandonato.

Anzi, secondo Todt, per la sopravvivenza di Schumacher è stata fondamentale la moglie Corinna Betsch. Ha dichiarato: “Ho passato molto tempo con Corinna dal momento dell’incidente. È una donna meravigliosa, guida la famiglia. Grazie al lavoro dei medici e a Corinna, che voleva che sopravvivesse, Michael è sopravvissuto, anche se con conseguenze. Al momento si lotta proprio contro tali conseguenze. Speriamo che la situazione migliori, anche se lentamente”. Schumi lotta ancora per ritrovare una stabilità, famiglia e amici continueranno a lottare con lui. (11/08/2021)

Schumi Jr in pista con la Jordan del papà

Il figlio d’arte Mick Schumacher è sceso in pista sul tracciato di Silverstone con la Jordan 191 con cui il papà Michael Schumacher 30 anni prima fece il suo debutto in Formula 1. Momento molto emozionante quello andato in scena sul circuito inglese al quale ha partecipato anche l’amico Sebastian Vettel. Le foto hanno subito fatto il giro del web suscitando grande emozione tra i tantissimi tifosi del sette volte campione del mondo (21/07/2021)

Jean Todt parla di Schumacher

Intervistato dal Corriere della Sera, Jean Todt è tornato a parlare del suo rapporto d’amicizia ben saldo con Michael Schumacher. ”Vedo Michael almeno due volte al mese. Non lo lascio solo. Lui, Corinna, la famiglia: abbiamo fatto tante esperienze insieme. La bellezza di ciò che abbiamo vissuto fa parte di noi e va avanti”. (24/05/2021)

Mick Schumacher sceglie il 47 per ricordare il papà

Sul sito web personale, nel giorno del suo 22esimo compleanno Mick Schumacher ha rivelato il numero che ha scelto in vista della sua prima stagione in Formula Uno: “Ho deciso di correre con il 47 per diverse ragioni, che ne fanno il mio numero ideale. Il mio numero preferito è il 4. Il 7 invece sta per mio padre. È il numero che lui sceglieva sempre. Non da ultimo perché è il totale dei suoi titoli iridati. Il 4 ed il 7 sommati compongono un’unione ed una connessione tra noi due. Ed il fatto che la somma delle date dei compleanni della nostra famiglia dia come somma ancora 47 rappresenta per me una conferma di tutto questo”. (23/03/2021)

Schumi in F1 nel segno di Michael: MSC

L’esordio in F1 di Mick Schumacher è atteso con grande trepidazione anche dai fans di Schumi. Mick  ha scelto di venire identificato nella tabella dei tempi con MSC, la stessa sigla che veniva usata per il padre. Ai tempi, la decisione era stata presa per distinguere Michael da Ralf, visto che entrambi i fratelli Schumacher gareggiavano in F1. “Ho voluto quel MSC, c’è un legame emozionale verso questa sigla. E penso sia bello per tutti osservare i monitor dei tempi e vedere di nuovo apparire MSC, credo ci sia un elemento positivo in tutto ciò“, ha spiegato Mick (16/03/2021)

In uscita un film su Schumacher

Arrivano conferme sull’uscita  nel 2021 dell’atteso docufilm che racconterà la vita e la carriera di Michael Schumacher. Il lavoro sarebbe completato ed in grado di rispecchiare il volere della famiglia Schumacher. A dare qualche anticipazione ci ha pensato la sua storica portavoce Sabine Kehm, che ora seguirà da vicino nei suoi primi passi nel Circus anche Schumi jr.: “Questo film vuole ripercorrere l’impareggiabile carriera di Michael Schumacher, ma anche mostrare le varie sfaccettature del Michael uomo e non solo del Michael pilota. Un padre amorevole, un meccanico con una predisposizione naturale nei confronti della tecnica, un uomo squadra e ovviamente anche un pilota spietato e temerario” (27/01/2021)

Schumacher compie 52 anni, buon compleanno Campione

Il regalo per il 52esimo compleanno gli è arrivato con qualche settimana di anticipo, ma non avrebbe potuto sperare in uno migliore. La vittoria del campionato del mondo di Formula 2 di Mick Schumacher, e l’annuncio del suo prossimo passaggio in Formula 1 al volante di una Haas, lo avrebbe sicuramente riempito di gioia. Per Michael Schumacher si tratta del settimo compleanno compiuto in seguito al terribile incidente sulle Alpi svizzere. Sulle sue condizioni vige il più stretto riserbo, così come voluto dalla famiglia, ma le parole di Jean Todt di qualche settimana fa hanno restituito speranza ai milioni di tifosi del sette volte campione del mondo. Schumacher, che oggi compie 52 anni, continua a lottare ed è ben curato e seguito da un’equipe di medici specializzata.

Le parole di Mick Schumacher, sette anni dopo l’incidente del padre

Sono passati 7 anni da quel ‘maledetto’ 29 dicembre 2013, giorno in cui il grande Schumi ha fatto un brutto incidente sulle piste da sci, che lo ha costretto in un letto, a una battaglia che ancora non è finita. Il figlio Mick, anche lui pilota, 21enne e Campione di Formula 2 quest’anno, è pronto ad entrare a far parte della rosa dei piloti della F1. Le sue parole: “Mio padre è stato il migliore che ci sia mai stato in questo sport, non vedo perché dovrei volermi staccare da lui”. Il giovane sottolinea che i paragoni con papà Michael non sono per lui un problema, anzi, lo stimolano a far bene fin da subito, fin dalla prossima stagione, che sarà la sua prima in Formula 1.

Si batterà con campioni come Hamilton, Vettel e Alonso, ma sottolinea: “Non ci si può far intimorire. In fin dei conti sono esseri umani anche loro. Hanno fatto cose incredibili, gigantesche, in questo sport, ma nonostante questo bisogna imporsi, dare il massimo e guidare nella maniera più dura, seppur leale, possibile. Nelle altre categorie nelle quali ho guidato fino ad oggi, d’altronde, ho fatto proprio così”. (29/12/2020)

Mick Schumacher Campione del Mondo Formula 2

Il piccolo Schumi segue le orme del padre, oggi è il grande giorno: è Campione del Mondo in Formula 2. Dopo 16 anni dal grande traguardo di papà Michael, riporta in alto ancora il cognome più prestigioso dell’automobilismo. Gioia immensa. Schumi Jr è pronto adesso al grande salto in Formula 1. (06/12/2020)

Ufficiale, Mick Schumacher correrà in Formula 1

Ora è ufficiale, Mick Schumacher correrà in Formula 1 nel 2021. Il figlio di Michael, sette volte iridato in F1 (5 volte con la Ferrari), ha firmato per la Haas,. Attualmente impegnato al secondo anno in F2 con la Prema e in testa alla classifica a una gara dalla fine, il tedesco della Ferrari Driver Academy ha già vinto l’Europeo F3 nel 2018. (02/12/2020)

Mick Schumacher, per la vittoria deve aspettare

Solo nella prossima gara, che si terrà sempre sul circuito del Bahrain, e che sarà oltretutto l’ultima del GP di Formula 2, sapremo se Mick Schumacher sarà il vincitore, seguendo le orme del grande padre Michael. Il prossimo appuntamento sarà sempre a Sakhir, le performance del piccolo Schumi non gli hanno garantito il margine necessario per poter festeggiare già oggi la vittoria. (29/11/2020)

Todt:’ Schumi continua a lottare’

Arrivano alcuni aggiornamenti sulle condizioni di salute di Michael Schumacher. L’ex pilota tedesco “continua a lottare“, come ha rivelato il presidente della Fia, Jean Todt, che è tornato a far visita al suo grande amico. Todt è tra le pochissime persone che hanno accesso alla casa di Schumacher: “Possiamo solo augurare a lui e alla sua famiglia che le cose migliorino – ha detto Todt intervistato dalla radio francese Rtl ha aggiunto – Michael è molto ben curato e comodamente sistemato“. (16/11/2020)

Hamilton vince il suo settimo Mondiale come Schumi

Lewis Hamilton è diventato campione del mondo di Formula 1 grazie alla vittoria nel Gran Premio di Turchia. Il pilota inglese della Mercedes ha così eguagliato il primato di 7 titoli iridati di Michael Schumacher (15/11/2020)

Mick Schumacher correrà in F1 nel 2021

Mick Schumacher, figlio del sette volte campione del mondo dopo l’esperienza in Formula2 è pronto a fare il grande salto in Formula Uno a partire dalla prossima stagione dove si siederà sul sedile della Haas che ha già annunciato che cambierà entrambi i piloti al termine del 2020. Manca solo l’annuncio ufficiale. (26/10/2020).

Vittorie in F1, Hamilton supera Schumi

Lewis Hamilton vincendo il GP del Portogallo è diventato il pilota più vincente della storia della F1. Il 35enne britannico con il successo sulla pista di Portimao infatti è salito a quota 92 vittorie nel campionato automobilistico a ruote scoperte più prestigioso al mondo staccando Michael Schumacher fermatosi a quota 91 GP vinti in F1 (25/10/2020)

Schumi jr dona il casco del padre ad Hamilton

Mick Schumacher, figlio di Michael, ha donato a Lewis Hamilton un casco del padre per ricordare il record di vittorie eguagliato in Formula 1 dopo la gara del Nurburgring. Un momento molto emozionante per entrambi, che nonostante la mascherina e l’obbligo di ridurre al minimo i contatti fisici si sono comunque stretti la mano in quello che è stato un virtuale passaggio di consegne tra i due fuoriclasse del volante. (11/10/2020)

Hamilton eguaglia Schumacher per numero di vittorie

Sulla pista del Nurburgring in Germania Lewis Hamilton su Mercedes ha vinto il Gp dell’Eifel mettendo a segno la vittoria numero 91 e raggiungendo Michael Schumacher per numero di vittorie in Formula 1. (11/10/2020)

Schumi jr. al debutto in F1

Mick Schumacher venerdì 9 ottobre si siederà per la prima volta al volante di una Formula 1 nelle Libere1 del GP dell’Eifel a vent’anni esatti dal successo di Michael a Suzuka con la Ferrari che riportò il titolo mondiale piloti a Maranello dopo 21 anni di digiuno. (08/10/2020)

La rivelazione della Gregoraci

L’ultima a riportare qualche novità sulle condizioni di Schumi è stata Elisabetta Gregoraci durante una puntata del Grande Fratello Vip. La showgirl, ex moglie di Flavio Briatore, avrebbe detto che: “Schumacher non parla, ma comunica solamente con gli occhi attraverso un macchinario speciale, tramite il quale si può capire se è cosciente o meno. Solo tre persone possono andare a trovarlo e io so chi sono” (30/09/2020)

Ufficiale l’esordio di Schumi JR in F1

Mick Schumacher in F.1. Il debutto del figlio di Michael avverrà nelle Libere1 del GP di Germania, al Nurburgring, venerdì 9 ottobre, sull’Alfa Romeo. (29/09/2020)

Parla il neurologo: “Non rivedremo mai più il grande Schumi com’era prima dell’incidente”

È il neurologo svizzero Erich Riederer a dichiarare che l’ex pilota di Formula 1 non tornerà mai al pieno delle sue capacità, non sarà mai più il grande Schumi che era prima dell’incidente avvenuto nel 2013. Il medico si sbilancia, e crede che parte della colpa possa essere attribuita ai primi dottori che lo hanno curato. “Michael Schumacher: Alla ricerca della verità” è il documentario andato in onda sulla TV francese, che ha portato la testimonianza del neurologo che pare conoscere molto bene i fatti. Erich Riederer dichiara: “Penso che sia in uno stato vegetativo irreversibile, è sveglio ma non risponde, respira, il suo cuore batte, può probabilmente mettersi seduto e fare piccoli passi con un aiuto, ma non di più”. I medici del Chu di Grenoble, i primi chiamati a intervenire su Schumacher, secondo il neurologo avrebbero indugiato troppo, per l’enorme paura di sbagliare. (19/09/2020)

Schumi jr. esordio in Formula 1

Il figlio di Michael Schumacher, Mick, attuale leader del Mondiale 2020 di Formula 2, il 9 ottobre nelle prove libere del GP dell’Eifel al Nurburgring farà il suo esordio in Formula 1 con l’Alfa Romeo. La squadra del Biscione potrebbe essere anche la sua destinazione per il salto definitivo in F1 dal 2021 (16/09/2020)

Jean Todt: “Schumi sta lottando”

Jean Todt, ex team principal della Rossa, oggi patron della FIA, ha parlato di Michael Schumacher al quale ha fatto visita pochi giorni fa nella sua villa sul Lago di Ginevra. “Ho visto Michael la scorsa settimana, sta lottando. Mio Dio, sappiamo che ha avuto uno sfortunato e bruttissimo incidente sugli sci che gli ha causato un sacco di problemi, ma ha accanto una moglie fantastica, ha i suoi figli, le sue infermiere e possiamo solo augurare il meglio a lui e alla sua famiglia”. (14/09/2020)

Mick Schumacher scende in pista con la monoposto del padre

Oggi, prima del via, il figlio d’arte e pilota della Ferrari Driver Academy (FDA) Mick Schumacher scenderà in pista con la monoposto F2004 che tutti ricordiamo, perché venne guidata dal padre Michael nella sua ultima stagione iridata. Un modo fantastico per ricordare la vettura più vincente della storia della Scuderia del Cavallino Rampante e il suo impareggiabile pilota. Il piccolo Mick regalerà forti emozioni in occasione del GP del Mugello, con questa iniziativa che rientra nei momenti di celebrazione del 1000esimo GP della storia di Ferrari. (13/09/2020)

Mick Schumacher vince a Monza

Uno Schumacher è tornato a vincere a Monza, 14 anni dopo l’ultimo successo di Michael sulla Ferrari. Mick, figlio del sette volte campione del mondo e pilota dell’Academy Ferrari, ha conquistato la Feature Race del Gran Premio d’Italia in GP2, davanti all’italiano Ghiotto e Lundgaard. “E’ speciale vincere a Monza”, le sue parole a caldo (05/09/2020)

Hamilton vicino al record di Schumi

Il successo nel Gp del Belgio lo scorso 30 agosto ha consentito a Lewis Hamilton di avvicinarsi ulteriormente ai principali record di Michael Schumacher (dopo averlo già passato nella graduatoria delle pole e dei podi). Hamilton adesso è arrivato a quota 89 vittorie in Formula 1, perciò gli mancano solo altri due primi posti (da ottenere magari a Monza e al Mugello) per eguagliare le 91 affermazioni del pilota tedesco (01/09/2020)

Hamilton: ‘Gp noiosi anche quando vinceva Schumi’

A margine della vittoria di Spa in Belgio, tracciato sul quale Schumacher ha vissuto momenti epici, Lewis Hamilton ha ammesso che l’attuale campionato è noioso tanto quanto quelli dove dominava Schumi: “Non posso parlare per i fan, ma essendo stato anche io uno di loro ed essendo cresciuto attraverso diverse epoche – l’era di Schumacher per esempio – so come si sta”, ha dichiarato l’inglese. (30/08/2020)

Mick Schumacher, futuro in F1?

Mattia Binotto, team principal della Ferrari, ha parlato dei progressi fatti da Mick Schumacher e di un suo possibile futuro in Formula 1: “Arriverà in Formula 1 nel momento in cui riterremo i suoi progressi sufficienti. Al momento deve semplicemente continuare a comportarsi come sta facendo. Noi decideremo il futuro più avanti nel corso della stagione“. (28/07/2020)

Jean Todt accende le speranze

“Ho visto Michael la scorsa settimana e spero che presto lo vedrà anche il mondo”. Parola dell’ex team principal della Ferrari, e attuale numero uno della Fia, Jean Todt, che fa nuove rivelazioni su Michael Schumacher, dopo avergli fatto visita di recente, secondo quanto riporta il quotidiano britannico “Daily Mail” online. A Budapest, a margine del Gp d’Ungheria, Todt ha spiegato: “Ho visto Michael. Sta combattendo. Spero che il mondo sarà in grado di vederlo di nuovo. Questo è ciò per cui lui e la sua famiglia stanno lavorando”. (20/07/2020)

Hamilton eguaglia Schumi: 8 gp vinti su stessa pista

Lewis Hamilton con la Mercedes ha ottenuto l’ottavo successo nel Gran Premio d’Ungheria eguagliando il record di trionfi in un singolo Gp di Schumacher, salito per otto volte sul podio più alto in Francia (lo stabilì a Magny Cours nel 2006). (20/07/2020)

Situazione neurologica di Zanardi diversa da Schumacher

Giuseppe Oliveri, direttore dell’Uoc Neourochirurgica che ha operato d’urgenza Alex Zanardi, in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, ha fatto un parallelismo tra l’incidente occorso al pilota italiano e quello subito dal fuoriclasse di Formula Uno: “Danno grave come quello di Schumacher? I danni assonali sembrerebbero scongiurati. Il danno assonale diffuso è un danno molto esteso a tutta la corteccia cerebrale, da cui difficilmente uno torna alle sue funzioni cognitive e motorie normali”. Oliveri è poi entrato nello specifico: “Il cervello è un organo mobile all’interno di una scatola rigida, un trauma di questo tipo può danneggiare anche aree distanti dal luogo d’impatto. Il punto di impatto non conta. Conta quanto è stato esteso il danno all’interno della scatola cranica“. (22/06/2020)

Schumacher premiò Zanardi nel 2001, quel ricordo che commuove

Il grave incidente in cui è stato coinvolto Alex Zanardi a molti ha fatto tornare alla memoria quello di Michael Schumacher. Si tratta di due incidenti con dinamiche totalmente differenti ma che purtroppo possono sembrare incredibilmente simili in queste ore in cui le condizioni dell’atleta paralimpico italiano sembrano sempre più stabili, ma altrettanto preoccupanti a livello neurologico. I due piloti vissero insieme un momento che oggi commuove durante il Motorshow di Bologna del 2001. Alex Zanardi, tre mesi dopo il tragico incidente in cui il pilota italiano perse entrambi gli arti inferiori, fu premiato col Casco d’Oro proprio da Schumacher. (22/06/2020)

Cure con cellule staminali per Schumacher?

Dalla Francia si accende una speranza per le condizioni clinche di Michael Schumacher: secondo il quotidiano Le Dauphine, l’ex campione della Ferrari verrà operato con le cellule staminali per provare a rigenerare il sistema nervoso. Un intervento del quale non si conoscono ancora le procedure, le tecniche, né tantomeno i risultati, ma che pare verrà eseguito nei prossimi giorni per stimolare il cervello. (11/06/2020)

Felipe Massa parla di Schumi

“So come sta Schumacher, abbiamo sempre avuto un rapporto molto stretto. Un po’ meno con sua moglie Corinna, perché veniva raramente a vedere le gare dal vivo. La sua situazione è complicata. Ma rispetto la privacy e se la sua famiglia non vuole rilasciare notizie particolari sul suo stato di salute, perché dovrei farlo io? Sogno e prego ogni giorno che possa migliorare”. A parlare di Michael Schumacher é stato Felipe Massa, in una intervista rilasciata a Fox Sports. (24/05/2020)

Schumi, personaggio più influente della F1

È Michael Schumacher il personaggio più influente della storia della Formula 1, lo ha decretato un sondaggio indetto dal sito della Formula 1 dopo un testa a testa con l’ex patron del Circus Bernie Ecclestone. Il campione tedesco ha vinto il duello finale grazie al 61% delle preferenze. (15/05/2020)

Ecclestone poco tenero con Schumi

Bernie Ecclestone, ex boss della Formula 1,  ha rivelato il suo pensiero sul pilota Schumacher: “Michael era un po’ arrogante, pensava sempre di essere meglio lui della macchina e non conosceva i limiti, però diciamo che eri sicuro che avrebbe portato a termine il lavoro che gli avevi dato da svolgere”. (12/05/2020)

Il gioco F1 2020 celebra Schumacher

Il 10 luglio 2020 uscirà sul mercato l’ultima versione del gioco sulla Formula 1: F1 2020. La Deluxe Edition sarà dedicata a  Michael Schumacher e darà la possibilità di guidare le monoposto di Schumi: dalla sua Jordan, le Benetton dei mondiali 1994 e ’95 e la prima iridata di Maranello del 2000 (15/04/2020)

Coronavirus, la famiglia protegge Schumi

La famiglia di Michael Schumacher avrebbe chiesto all’equipe medica che cura il tedesco nella sua villa sul Lago di Ginevra, in Svizzera, di adottare delle misure d’emergenza per proteggerlo dal rischio coronavirus. (29/03/2020)

All’asta la prima Ferrrari di Schumi

La casa d’asta Girardo ha pubblicato sul proprio sito un pezzo molto pregiato: una Ferrari 412 T2, la monoposto utilizzata nel 1995 dalla Scuderia di Maranello per una serie di test a porte chiuse sul circuito di Fiorano, proprio con Schumacher alla guida. Era il 16 novembre del 1995 e Schumi iniziò a prendere confidenza con la Ferrari proprio compiendo oltre 70 giri sul tracciato di Fiorano (24/03/2020)

Hamilton a caccia dei record di Schumi

Inizia in Australia nel week-end del 14-15 marzo 2020 il Mondiale di Formula 1. Lewis Hamilton andrà a caccia dei record di Schumacher per cercare di eguagliare i 7 titoli iridati del campione tedesco e superare il campionissimo tedesco conquistando più di 91 GP (è a quota 84). (10/03/2020)

24 anni fa Schumi in Ferrari

Sono trascorsi ormai 24 anni dal 15 febbraio 1996, giorno in cui la Ferrari presentò la F310. Tra le novità di quell’anno la presenza di Michael Schumacher che, dopo aver conquistato due titoli consecutivi in Benetton tra il 1994 e 1995, decise di intraprendere una nuova sfida accettando la corte del Cavallino. (15/02/2020)

Dall’Inghilterra: ”In vendita foto di Schumacher”

Secondo quanto riportato dal tabloid inglese ‘The Mirror’ alcune foto di Schumacher, definite macabre, sono state ‘rubate’ all’interno della sua casa in Svizzera in cui sta svolgendo la riabilitazione e le stesse foto sarebbero state messe in vendita alla cifra di 1 milione di sterline. (15/01/2020)

Condizioni Schumacher, il parere del neurochirurgo

A parlare di recente delle condizioni di salute del campione di Formula 1 è stato il Dottor Nicola Acciari, neurochirurgo dell’Ospedale Bellaria di Bologna il quale ha rilasciato nei giorni scorsi un’intervista alla rivista motorsport.it. Nel corso di questa intervista il dottore ha voluto spiegare a tutti i fan quelli che potrebbero essere le reali condizioni di salute attuali di Michael Schumacher. ‘Dobbiamo immaginare una persona diversa da quella che ricordiamo sulle piste. Le condizioni di Michael richiedono attenzioni a 360 gradi che non riguardano solo gli esiti del trauma cerebrale. Mi riferisco ad atrofia muscolare, alterazione dei tendini, osteoporosi e alterazioni anche organiche in una situazione molto, molto delicata che in persone meno fortunate dal punto di vista economico si traducono spesso nella fine precoce perché possono insorgere conseguenze irreversibili”. (09/01/2020)

Buon Compleanno Michael Schumacher, tanti auguri campione

Oggi compie 51 anni Michael Schumacher, il sette volte Campione del Mondo in Formula 1, conosciuto in tutto il mondo, con ben 5 titoli consecutivi nella Scuderia Ferrari, dal 2000 al 2004. A sei anni dall’incidente, avvenuto il 29 dicembre 2013, Schumi oggi vive ancora in una situazione drammatica. La moglie Corinna difende da sempre la privacy del tanto amato marito, il figlio Mick prova a ripetere le grandi gesta del padre in pista, la figlia invece è una grandissima campionessa nell’equitazione, come la madre. (03/01/2020)

Parla Corinna, un nuovo aggiornamento sulle condizioni di salute di Schumi

La moglie del nostro super amato pluricampione di F1 Michael Schumacher, Corinna, ci ha regalato un’ultima notizia in questi giorni di festa. Si parla infatti di un aggiornamento che è tanto piaciuto ai fan e che arriva proprio pochi giorni prima del sesto anniversario dell’incidente sulle piste da sci, che come ben sappiamo è quasi costato la vita all’ex pilota. Il tabloid britannico Mirror riporta le seguenti parole di Corinna: “Le grandi cose iniziano con piccoli passi”, queste sono le parole che avrebbe detto la donna ai tifosi del marito. Le condizioni di salute di Michael Schumcher sono mantenute segretissime da sempre dalla famiglia, che tiene particolarmente alla privacy. Presto verrà aperta e lanciata una nuova pagina social da parte del fan club di Schumacher, #KeepFightingMichael, continua a lottare. Corinna ha parlato di “molte piccole particelle che possono formare un grande mosaico”. (26/12/2019)

Venduta all’asta la Ferrari F2002 di Schumi

La Ferrari F2002 guidata da Michael Schumacher è stata recentemente venduta per oltre 6,6 milioni di dollari all’asta ad Abu Dhabi da RM Sotheby’s. Il pilota tedesco è stato a bordo di questa auto, chassis numero 219, vincendo i gran premi di Francia, Austria e San Marino. Proprio in Francia ha avuto la certezza di aver vinto il suo quinto mondiale. (05/12/2019)

Posticipato documentario su Schumi

La data di uscita del film ”Schumacher” è stata posticipata. Il lancio della produzione, che inizialmente era previsto per il 5 dicembre, dovrà aspettare. I tifosi del sette volte Campione del Mondo di Formula 1 dovranno aspettare ancora. Il ritardo dell’uscita del film su Michael Schumacher è dovuto alla grande moltitudine di materiale che i registi, Michael Wech e da Hanns-Bruno Kammertons, e i produttori,Benjamin Seikel e Vanessa Nocker, hanno visionato. (21/11/2019)

L’ex manager di Schumacher attacca Corinna

Willi Weber, ex manager di Michael Schumacher, intervistato dal quotidiano Kolner Express, ha parlato delle condizioni fisiche di Schumi sottolineando come lui non sappia assolutamente nulla sule le reali condizioni di salute del campione tedesco a causa della privacy imposta dalla moglie Corinna: ”So che Michael è gravemente ferito, ma sfortunatamente non ho notizie dei suoi progressi”, ha affermato l’ex manager del tedesco. “Mi piacerebbe stringergli la mano, magari sapere come sta, ma tutto questo è rifiutato da Corinna. Teme che capisca immediatamente la verità e che riveli tutto al pubblico”. (12/11/2019)

La figlia di Schumacher omaggia il padre

Con una coreografia a tema Ferrari, a Fieracavalli a Verona, Gina Maria Schumacher ha reso omaggio al padre Michael, il sette volte campione del mondo di Formula 1. La giovane amazzone, 22 anni, ha partecipato alla prova di freestyle, scegliendo per l’occasione di indossare tuta rossa, casco e un costume ad hoc per il suo cavallo, e ha simulato un vero e proprio pit stop, aiutata per il “cambio gomme” da otto meccanici. (11/11/2019)

Moglie Schumi: ‘Mio marito nella migliori mani possibili’

A quasi sei anni dal terribile incidente sulle nevi di Meribel del marito Michael Schumacher, la moglie Corinna rompe il silenzio e in un’intervista concessa a ‘She’s Magazine’ della Mercedes. Parlando delle condizioni del marito ha detto: “Potete stare certi che è nelle migliori mani possibili – ha risposto Corinna – e che stiamo facendo di tutto per aiutarlo. Vi preghiamo di comprendere che stiamo seguendo le volontà di Michael nel mantenere riservato un argomento così delicato come la sua salute”. (11/11/2019)

Lewis Hamilton potrebbe battere tutti i record di Schumacher

Lewis Hamilton potrebbe superare i record di Michael Schumacher, diventando il pilota più titolato della storia dell’automobilismo. Dopo aver vinto il suo sesto titolo mondiale nel 2019, Hamilton si è portato ad un solo mondiale di lunghezza da Schumacher. Inoltre il 34enne pilota inglese ha un totale di 84 successi ed è a soli soli sette GP di distacco dal record di Schumi. (04/11/2019)

Mick Schumacher: ‘Vettel è come un padre’

Mick Schumacher vuole seguire le orme del padre Michael e punta dritto alla Formula 1. Per arrivare a centrare il suo grande obiettivo, Schumi Jr. ha scelto di far parte della Ferrari Driver Academy, il vivaio di Maranello,: “Ho scelto la Ferrari per la sua storia. Mi sono sempre sentito attratto dalla Ferrari e in più, tranne che in una stagione, ho sempre corso con squadre italiane. La Ferrari è una grande famiglia, nella quale mi trovo bene”, sono le sue parole a Motorsport Magazine. Sulla sua decisione, rivela, ha pesato anche il legame con il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel: “Credo che ciò che mio padre era per Sebastian, sia un po’ quello che ora Sebastian è per me. Qualcuno di molto vicino a te e con il quale posso parlare di motorsport. Ho davvero un grande rispetto per lui e parliamo tanto. Cerco di mettere in pratica i suoi consigli, data la sua grande esperienza”, rivela Mick (31/10/2019)

Mick Schumacher: ‘Papà Michael mi ha dato molti suggerimenti ‘

“Papà Michael mi ha dato molti suggerimenti e mi ha svelato diversi trucchi ma soprattutto mi ha anche lasciato libero di fare errori perché attraverso gli errori impari di più ed è qualcosa che lui sapeva”. Sono le parole del giovane pilota Mick Schumacher, in un’intervista al podcast ufficiale della F2. Il 20enne pilota tedesco che corre in F2 e ad aprile in Bahrain ha fatto il primo test su un’auto di Formula 1, sulla Ferrari, spera di arrivare presto nel circus per seguire le orme di papà. (23/10/2019)

Jean Todt parla di Schumacher

Jean Todt, oggi presidente della Fia, in un’intervista esclusiva rilasciata a “La Repubblica” ha parlato di Michael Schumacher e delle condizioni di salute del sette volte campione del mondo dopo l’incidente sugli sci, a Meribel, nel 2013. “Non c’è nessuna notizia, salvo il fatto che Michael stia lottando per migliorare ogni giorno la situazione. Dobbiamo accompagnarlo in questa lotta, supportare sua moglie Corinna che è una signora fantastica e che si occupa di lui e dei figli. Dobbiamo aiutarli, rispettando al massimo i loro desideri. Ho letto cose incredibili sul suo ricovero e come al solito quelli che sanno non parlano, e quelli che non sanno parlano. Sono stupefatto che, quando è venuto a Parigi per un controllo in ospedale, della gente che dovrebbe privilegiare il segreto medico abbia parlato. È ovvio che tutti intorno dobbiamo aiutarlo e augurarci che ci saranno, diciamo, dei miglioramenti continui“.

Todt ha poi parlato di come è il suo attuale rapporto con il campione tedesco: “Ho detto la verità, vedo dei gran premi in tv con lui, spero che un giorno potremo andare insieme a un Gp. Lo seguo come al solito, lui e la sua famiglia – prosegue Todt – abbiamo un contatto quotidiano. Stasera da Parigi andrò a Ginevra e lo vedrò. Lo sappiamo che ha avuto un incidente che ha lasciato delle tracce. E questa è una cosa privata“. (10/10/2019)

Parla il medico che ha in cura Schumacher

Philippe Menasché, è il medico francese presso il cui reparto di chirurgia cardiovascolare dell’Ospedale Pompidou di Parigi, Michael Schumacher è stato ricoverato a settembre. Schumacher non viene visto in pubblico dal 29 dicembre 2013 quando subì quel terribile incidente sugli sci a Meribel. Da allora quasi nessuna informazione è filtrata sul suo stato di salute. Per questo la visita di Schumi a Parigi ha destato tantissimo interesse. L’ex campione della Ferrari non è stato sottoposto ad alcuna cura “top secret” e lo stesso medico ha voluto fare chiarezza rispetto alle troppe illazioni circolate. “Con la mia equipe non stiamo facendo nessuna sperimentazione, termine abominevole che non appartiene a una visione seria della medicina. È vero che sono stato il primo a fare trapianti di cellule staminali sul cuore ma il ciclo di test clinici si è concluso due anni fa“. (30/09/2019)

Il figlio di Ralf in F3

Considerato uno dei talenti più interessanti del panorama internazionale, David Schumacher è pronto a fare il suo debutto in F3: il pilota 18enne, figlio dell’ex F1 Ralf e nipote della leggenda Michael, farà il suo esordio a Sochi con la Campos lasciata libera dall’infortunato Alex Peroni. (27/09/2019)

L’indiscrezione sul ricovero a Parigi

Arrivano le prime indiscrezioni sullo stato di salute di Michael Schumacher, ricoverato presso l’ospedale parigino Georges Pompidou a Parigi, dove da lunedì 9 settembre è ricoverato per una terapia probabilmente a base di cellule staminali. Il quotidiano francese ‘Le Parisien’ attribuisce frasi ‘rubate’ al personale sanitario che si alterna al suo capezzale: ‘Sì – avrebbe detto a un collega una dottoressa del reparto di cardiologia uscendo – è nel mio reparto. E ti assicuro che è cosciente”. La novità delle ultime ore – rivelano le fonti del Parisien – è stata la visita dell’amico di sempre, Jean Todt. (11/09/2019)

Proprio nello stesso giorno della vittoria a Monza di Leclerc, il quotidiano francese Le Parisien fornisce alcune indiscrezioni sulle condizioni di salute del campione tedesco. Secondo alcune fonti citate dalla testata della capitale francese, Schumacher sarebbe ricoverato presso l’l’Hôpital européen Georges-Pompidou per una cura sperimentale a base di iniezioni di cellule staminali. L’obiettivo sarebbe quello di ottenere un’azione anti-infiammatoria sistemica, ossia riguardante l’intero organismo. Schumacher sarebbe arrivato a Parigi nel primo pomeriggio di lunedì e dovrebbe essere dimesso già mercoledì. L’intervento dovrebbe essere realizzato dal professor Philippe Menasché, cardiochirurgo di fama internazionale e pioniere della cura con le staminali. (09/09/2019)

Leclerc vince a Monza come Schumi

Charles Leclerc con la strepitosa vittoria al Gp di Monza ha riportato la Scuderia di Maranello sul podio più alto del GP di casa 9 anni dopo Fernando Alonso. Inolte Leclerc segue anche le orme di Michael Schumacher: infatti dopo 23 anni un pilota della Ferrari è tornato a vincere in sequenza le gare di Spa-Monza. Solo Nigel Mansell, Damon Hill, Mika Hakkinen e Lewis Hamilton nella storia della Formula 1 hanno vinto le prime due gare in carriera con un back to back . (09/09/2019)

Mick Schumacher parla del papà

Mick Schumacher, di solito molto restio a parlare del padre, ha detto di avere almeno una cosa in comune con lui. In un articolo pubblicato da Süddeutsche Zeitung parla di quanto ci tenda a mantenere riserbo sulla sua vita privata: ”Così come per mio padre anche per me la vita privata è molto importante. Mantenere il privato davvero privato è fondamentale. Questa è una cosa in cui mio padre è molto bravo, è sempre stata la massima priorità per lui.” (02/09/2019)

Mick Schumacher vince in Ungheria

Uno Schumacher è tornato a vincere sul circuito dell’Hungaroring: 615 anni dopo il successo del padre Michael in F1, è stat storica domenica 4 agosto 2019 la vittoria del figlio Mick nel Gp d’Ungheria di Formula 2. Per Schumi jr. il gradino più alto del podio è stata una prima assoluta in questa categoria: il primogenito del sette volte campione del mondo di F1, dopo aver chiuso gara-1 ottavo, ha condotto in testa dall’inizio alla fine gara-2. Durante la premiazione a festeggiare il giovane Schumi sotto il podio anche la mamma Corinna, visibilmente commossa per il successo del figlio. (04/08/2019)

Jean Todt: ‘Michael non si arrende’

Arrivano nuovi aggiornamenti sulle condizioni di Michael Schumacher. L’ex manager della Ferrari, Jean Todt, oggi presidente della Fia, ha parlato a Radio Monte Carlo del campione tedesco e della lunga fase di riabilitazione a cui è sottoposto in Svizzera: “Sono sempre molto cauto quando faccio queste dichiarazioni, ma è vero: ho guardato con lui nella sua casa in Svizzera le gare di Formula 1. Michael non si arrende, continua a combattere ed è nelle migliori mani“.  (30/07/2019)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Michael Schumacher, ultime notizie del 12/11/2021