Michael Schumacher, ultime notizie del 12/11/2019

Sono passati 6 anni dal tragico incidente sugli sci che ha cambiato per sempre l'esistenza di Michael Schumacher: sulle sue condizioni di salute la famiglia mantiene il massimo riserbo.

La caduta sugli sci del 29 dicembre 2013 provocò gravi danni cerebrali a Michael Schumacher, che dopo due operazioni delicate si risvegliò dal coma nel giugno del 2014. Sul suo stato di salute e sulla sua riabilitazione permane un alone di mistero anche se negli ultimi mesi ci sono stati segnali positivi in merito ad un suo recupero.

Riportiamo qui in maniera cronologica le ultime notizie che riguardano lui e la sua famiglia.

L’ex manager di Schumacher attacca Corinna

Willi Weber, ex manager di Michael Schumacher, intervistato dal quotidiano Kolner Express, ha parlato delle condizioni fisiche di Schumi sottolineando come lui non sappia assolutamente nulla sule le reali condizioni di salute del campione tedesco a causa della privacy imposta dalla moglie Corinna: ”So che Michael è gravemente ferito, ma sfortunatamente non ho notizie dei suoi progressi”, ha affermato l’ex manager del tedesco. “Mi piacerebbe stringergli la mano, magari sapere come sta, ma tutto questo è rifiutato da Corinna. Teme che capisca immediatamente la verità e che riveli tutto al pubblico”. (12/11/2019)

La figlia di Schumacher omaggia il padre

Con una coreografia a tema Ferrari, a Fieracavalli a Verona, Gina Maria Schumacher ha reso omaggio al padre Michael, il sette volte campione del mondo di Formula 1. La giovane amazzone, 22 anni, ha partecipato alla prova di freestyle, scegliendo per l’occasione di indossare tuta rossa, casco e un costume ad hoc per il suo cavallo, e ha simulato un vero e proprio pit stop, aiutata per il “cambio gomme” da otto meccanici. (11/11/2019)

Moglie Schumi: ‘Mio marito nella migliori mani possibili’

A quasi sei anni dal terribile incidente sulle nevi di Meribel del marito Michael Schumacher, la moglie Corinna rompe il silenzio e in un’intervista concessa a ‘She’s Magazine’ della Mercedes. Parlando delle condizioni del marito ha detto: “Potete stare certi che è nelle migliori mani possibili – ha risposto Corinna – e che stiamo facendo di tutto per aiutarlo. Vi preghiamo di comprendere che stiamo seguendo le volontà di Michael nel mantenere riservato un argomento così delicato come la sua salute”. (11/11/2019)

Lewis Hamilton potrebbe battere tutti i record di Schumacher

Lewis Hamilton potrebbe superare i record di Michael Schumacher, diventando il pilota più titolato della storia dell’automobilismo. Dopo aver vinto il suo sesto titolo mondiale nel 2019, Hamilton si è portato ad un solo mondiale di lunghezza da Schumacher. Inoltre il 34enne pilota inglese ha un totale di 84 successi ed è a soli soli sette GP di distacco dal record di Schumi. (04/11/2019)

Mick Schumacher: ‘Vettel è come un padre’

Mick Schumacher vuole seguire le orme del padre Michael e punta dritto alla Formula 1. Per arrivare a centrare il suo grande obiettivo, Schumi Jr. ha scelto di far parte della Ferrari Driver Academy, il vivaio di Maranello,: “Ho scelto la Ferrari per la sua storia. Mi sono sempre sentito attratto dalla Ferrari e in più, tranne che in una stagione, ho sempre corso con squadre italiane. La Ferrari è una grande famiglia, nella quale mi trovo bene”, sono le sue parole a Motorsport Magazine. Sulla sua decisione, rivela, ha pesato anche il legame con il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel: “Credo che ciò che mio padre era per Sebastian, sia un po’ quello che ora Sebastian è per me. Qualcuno di molto vicino a te e con il quale posso parlare di motorsport. Ho davvero un grande rispetto per lui e parliamo tanto. Cerco di mettere in pratica i suoi consigli, data la sua grande esperienza”, rivela Mick (31/10/2019)

Mick Schumacher: ‘Papà Michael mi ha dato molti suggerimenti ‘

“Papà Michael mi ha dato molti suggerimenti e mi ha svelato diversi trucchi ma soprattutto mi ha anche lasciato libero di fare errori perché attraverso gli errori impari di più ed è qualcosa che lui sapeva”. Sono le parole del giovane pilota Mick Schumacher, in un’intervista al podcast ufficiale della F2. Il 20enne pilota tedesco che corre in F2 e ad aprile in Bahrain ha fatto il primo test su un’auto di Formula 1, sulla Ferrari, spera di arrivare presto nel circus per seguire le orme di papà. (23/10/2019)

Jean Todt parla di Schumacher

Jean Todt, oggi presidente della Fia, in un’intervista esclusiva rilasciata a “La Repubblica” ha parlato di Michael Schumacher e delle condizioni di salute del sette volte campione del mondo dopo l’incidente sugli sci, a Meribel, nel 2013. “Non c’è nessuna notizia, salvo il fatto che Michael stia lottando per migliorare ogni giorno la situazione. Dobbiamo accompagnarlo in questa lotta, supportare sua moglie Corinna che è una signora fantastica e che si occupa di lui e dei figli. Dobbiamo aiutarli, rispettando al massimo i loro desideri. Ho letto cose incredibili sul suo ricovero e come al solito quelli che sanno non parlano, e quelli che non sanno parlano. Sono stupefatto che, quando è venuto a Parigi per un controllo in ospedale, della gente che dovrebbe privilegiare il segreto medico abbia parlato. È ovvio che tutti intorno dobbiamo aiutarlo e augurarci che ci saranno, diciamo, dei miglioramenti continui“.

Todt ha poi parlato di come è il suo attuale rapporto con il campione tedesco: “Ho detto la verità, vedo dei gran premi in tv con lui, spero che un giorno potremo andare insieme a un Gp. Lo seguo come al solito, lui e la sua famiglia – prosegue Todt – abbiamo un contatto quotidiano. Stasera da Parigi andrò a Ginevra e lo vedrò. Lo sappiamo che ha avuto un incidente che ha lasciato delle tracce. E questa è una cosa privata“. (10/10/2019)

Parla il medico che ha in cura Schumacher

Philippe Menasché, è il medico francese presso il cui reparto di chirurgia cardiovascolare dell’Ospedale Pompidou di Parigi, Michael Schumacher è stato ricoverato a settembre. Schumacher non viene visto in pubblico dal 29 dicembre 2013 quando subì quel terribile incidente sugli sci a Meribel. Da allora quasi nessuna informazione è filtrata sul suo stato di salute. Per questo la visita di Schumi a Parigi ha destato tantissimo interesse. L’ex campione della Ferrari non è stato sottoposto ad alcuna cura “top secret” e lo stesso medico ha voluto fare chiarezza rispetto alle troppe illazioni circolate. “Con la mia equipe non stiamo facendo nessuna sperimentazione, termine abominevole che non appartiene a una visione seria della medicina. È vero che sono stato il primo a fare trapianti di cellule staminali sul cuore ma il ciclo di test clinici si è concluso due anni fa“. (30/09/2019)

Il figlio di Ralf in F3

Considerato uno dei talenti più interessanti del panorama internazionale, David Schumacher è pronto a fare il suo debutto in F3: il pilota 18enne, figlio dell’ex F1 Ralf e nipote della leggenda Michael, farà il suo esordio a Sochi con la Campos lasciata libera dall’infortunato Alex Peroni. (27/09/2019)

L’indiscrezione sul ricovero a Parigi

Arrivano le prime indiscrezioni sullo stato di salute di Michael Schumacher, ricoverato presso l’ospedale parigino Georges Pompidou a Parigi, dove da lunedì 9 settembre è ricoverato per una terapia probabilmente a base di cellule staminali. Il quotidiano francese ‘Le Parisien’ attribuisce frasi ‘rubate’ al personale sanitario che si alterna al suo capezzale: ‘Sì – avrebbe detto a un collega una dottoressa del reparto di cardiologia uscendo – è nel mio reparto. E ti assicuro che è cosciente”. La novità delle ultime ore – rivelano le fonti del Parisien – è stata la visita dell’amico di sempre, Jean Todt. (11/09/2019)

Proprio nello stesso giorno della vittoria a Monza di Leclerc, il quotidiano francese Le Parisien fornisce alcune indiscrezioni sulle condizioni di salute del campione tedesco. Secondo alcune fonti citate dalla testata della capitale francese, Schumacher sarebbe ricoverato presso l’l’Hôpital européen Georges-Pompidou per una cura sperimentale a base di iniezioni di cellule staminali. L’obiettivo sarebbe quello di ottenere un’azione anti-infiammatoria sistemica, ossia riguardante l’intero organismo. Schumacher sarebbe arrivato a Parigi nel primo pomeriggio di lunedì e dovrebbe essere dimesso già mercoledì. L’intervento dovrebbe essere realizzato dal professor Philippe Menasché, cardiochirurgo di fama internazionale e pioniere della cura con le staminali. (09/09/2019)

Leclerc vince a Monza come Schumi

Charles Leclerc con la strepitosa vittoria al Gp di Monza ha riportato la Scuderia di Maranello sul podio più alto del GP di casa 9 anni dopo Fernando Alonso. Inolte Leclerc segue anche le orme di Michael Schumacher: infatti dopo 23 anni un pilota della Ferrari è tornato a vincere in sequenza le gare di Spa-Monza. Solo Nigel Mansell, Damon Hill, Mika Hakkinen e Lewis Hamilton nella storia della Formula 1 hanno vinto le prime due gare in carriera con un back to back . (09/09/2019)

Mick Schumacher parla del papà

Mick Schumacher, di solito molto restio a parlare del padre, ha detto di avere almeno una cosa in comune con lui. In un articolo pubblicato da Süddeutsche Zeitung parla di quanto ci tenda a mantenere riserbo sulla sua vita privata: ”Così come per mio padre anche per me la vita privata è molto importante. Mantenere il privato davvero privato è fondamentale. Questa è una cosa in cui mio padre è molto bravo, è sempre stata la massima priorità per lui.” (02/09/2019)

Mick Schumacher vince in Ungheria

Uno Schumacher è tornato a vincere sul circuito dell’Hungaroring: 615 anni dopo il successo del padre Michael in F1, è stat storica domenica 4 agosto 2019 la vittoria del figlio Mick nel Gp d’Ungheria di Formula 2. Per Schumi jr. il gradino più alto del podio è stata una prima assoluta in questa categoria: il primogenito del sette volte campione del mondo di F1, dopo aver chiuso gara-1 ottavo, ha condotto in testa dall’inizio alla fine gara-2. Durante la premiazione a festeggiare il giovane Schumi sotto il podio anche la mamma Corinna, visibilmente commossa per il successo del figlio. (04/08/2019)

Jean Todt: ‘Michael non si arrende’

Arrivano nuovi aggiornamenti sulle condizioni di Michael Schumacher. L’ex manager della Ferrari, Jean Todt, oggi presidente della Fia, ha parlato a Radio Monte Carlo del campione tedesco e della lunga fase di riabilitazione a cui è sottoposto in Svizzera: “Sono sempre molto cauto quando faccio queste dichiarazioni, ma è vero: ho guardato con lui nella sua casa in Svizzera le gare di Formula 1. Michael non si arrende, continua a combattere ed è nelle migliori mani“.  (30/07/2019)

Mick al volante della F2004 del padre

Grande emozione ad Hockenheim dove Mick, il figlio del grande Michael Schumacher, si è esibito in alcuni giri di pista al volante della F2004 con la quale 15 anni fa il padre si impose nel Gran Premio di Germania avvicinandosi ulteriormente al settimo titolo mondiale che sarebbe arrivato in Belgio. “È stato semplicemente fantastico potersi mettere al volante di questa vettura – ha raccontato Mick appena sceso dalla macchina – Finché aspettavo di entrare in pista, in pitlane, i minuti mi sembravano ore; quando ero sul circuito, invece, i minuti mi sono sembrati secondi. Devo ringraziare la Ferrari e Formula 1 per avermi dato questa opportunità, è stato un sogno e un onore per me. Ricordo – ha aggiunto – di aver visto mio padre in televisione vincere molte gare al volante di questa iconica vettura e il motore V10 mi ha impressionato per la potenza e il suono. Vedevo il pubblico che applaudiva sulle tribune ma non lo potevo sentire perché era coperto dal rombo della mia macchina… Non c’è stato un momento di questa giornata in cui non abbia avuto un grande sorriso stampato in faccia. Fosse stato per me non sarei più rientrato ai box”. (26/07/2019)

Hamilton su Schumi

Lewis Hamilton, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, alla vigilia del weekend di Silverstone, ha parlato anche di Schumacher e della sua etica del lavoro. ”Si può fare la differenza con il talento. O almeno, alcuni possono. Se adatti la monoposto al tuo stile, puoi tirare fuori qualcosa in più. Per me il talento contiene l’intelligenza tattica. Poi se ne hai molto puoi decidere di lavorare poco o tanto – ha spiegato Hamilton – Senna e Schumacher avevano un grande etica del lavoro ed è il motivo per cui hanno conquistato tanto successo. Io punto a quel tipo di atteggiamento”. (11/07/2019)

Jean Todt:’ Condizioni Schumi, un affare privato’

Jean Todt, presidente della FIA, è tornato a parlare delle condizioni di salute di Michael Schumacher. Tra i due c’è un rapporto di grande amicizia e la conferma arriva anche dalle frequenti visite che Todt fa presso l’abitazione di Schumi. “Le sue condizioni di salute sono un affare privato – ha detto Todt a Radio Montecarlo – posso solo dire che vive circondato dalla sua famiglia e continua a lottare“. (27/06/2019)

Rosberg su Schumi

Intervenuto nell’ultimo podcast di Nico Rosberg, Stefano Domenicali, attuale presidente della Lamborghini che in Ferrari ha passato oltre venti anni ricoprendo anche la carica di team-principal, ha elogiato le capacità da uomo squadra del sette volte campione del mondo anche quando le cose non giravano per il verso giusto. ”Michael voleva sempre vincere – ha sottolineato Domenicali -. Provava sempre a migliore la situazione, chiedendo agli ingegneri di effettuare diverse modifiche. Non ha mai accusato la squadra di alcun problema anche se ha avuto l’opportunità di farlo a Silverstone nel 1999, quando ha avuto quell’incidente in cui si è rotto la gamba”. (18/06/2019)

La morte di Lauda

E’ morto all’età di 70 anni l’ex pilota austriaco Niki Lauda, leggenda della Formula 1 tre volte campione del mondo. Jean Todt in una recente intervista rilasciata a ‘La Gazzetta dello Sport’ spiegò come Lauda ebbe un ruolo importante nel 1995 nell’ingaggio di Schumacher: “Dopo la scomparsa di Senna, era Schumacher il pilota da prendere – ha dichiarato Todt alla rosea –. Il primo a contattare Willy Weber (all’epoca manager di Michael ndr) fu Niki Lauda, che era consulente del Cavallino. Poi lo vidi io. Quindi incontrai Schumacher assieme all’avvocato della Ferrari, Henry Peter. Il vertice decisivo nella mia stanza all’Hotel de Paris di Montecarlo durò 12 ore, era fine luglio del 1995”. (21/05/2019)

Il documentario “Schumacher”

Uscirà il prossimo 5 gennaio in Germania e in Svizzera il documentario “Schumacher”. Sarà il primo documento video sul pilota sette volte campione del mondo di F1 (con Benetton e Ferrari) per il quale la famiglia, che dall’incidente lo circonda del più stretto riserbo, ha dato un contributo ed un sostegno. La stessa moglie Corinna, riferisce la Bild, parlerà per la prima volta di suo marito e della sua vita al suo fianco nel film. (13/05/2019)

Willi Webber, ex manager di Michael Schumacher, ha ricordato come Schumi avrebbe voluto vedere il figlio Mick in Formula 1: ”Sono stato poche volte alla pista di kart quando Michael era con Mick e proprio lì suo figlio ha fatto i primi passi con i motori. Ho avuto l’impressione che Michael fosse ansioso di portare il figlio in Formula 1 e di gestire il tutto solo come lui sapeva fare. Questo sarebbe stato il finale di tutta la storia e gli sarebbe piaciuto. Michael sa tutto. Sa con quali team era meglio parlare, sa come funziona tutto in quel mondo, perché lui stesso ci è passato. Quella era la sua ambizione”. (03/05/2019)

Il primo maggio, nel giorno del ricordo di Ayrton Senna, Sebastien Vettel ha parlato di Schumacher: “Il mio grande eroe era Michael Schumacher – ha detto Vettel -. A molti piace fare il paragone tra Michael e Ayrton. Alcuni dicono che sia meglio Michael altri Ayrton, io non credo che il paragone sia necessario. Entrambi sono stati grandi. Sicuramente Ayrton ha avuto il suo momento migliore prima di Michael. Sarebbe stato interessante vederli battagliare uno contro l’altro”. (01/05/2019)

Mattia Binotto ha parlato di Mick Schumacher, che dopo il GP del Bahrain è salito a bordo di Ferrari e Alfa Romeo per la sua prima volta al volante di una monoposto di Formula 1. Il team principal del Cavallino ha spiegato che il 20enne tedesco, che attualmente corre in Formula 2 con la Prema e fa parte della Driver Academy di Maranello, ha fatto un ottimo lavoro. ‘‘La prima volta che ho incontrato Mick – dice Binotto – non ho visto immediatamente somiglianze con Michael. Poi però ho notato il comportamento e le somiglianze le ho colte, parlo soprattutto dell’approccio, del modo in cui si interessa alla macchina, le condizioni. Guardava sempre la monoposto parlandone coi meccanici, in questo sì, era molto somigliante al padre’‘. (12/04/2019)

Un esordio da ricordare per Mick Schumacher al volante della Ferrari, nei test della Formula 1 in Bahrain. Il ventenne tedesco figlio di Michael ha stampato il secondo miglior tempo assoluto, in 1’29”976, un risultato che solo Max Verstappen con la Red Bull ha superato negli ultimi tre minuti, chiudendo il giro in 1’29”379. La lunga giornata in pista è stata disturbata anche dalla pioggia, ma il giovane tedesco è riuscito a completare ben 54 tornate, con davanti solo Verstappen e Lewis Hamilton con la Mercedes. (03/04/2019)

Giornata storica in Bahrain: Mick Schumacher, figlio di Michael, ha guidato per la prima volta una Ferrari di Formula 1 (FOTO). Grande emozione vedere il 20enne vestire la tuta ufficiale della scuderia di Maranello e calarsi dentro l’abitacolo della Rossa dieci anni dopo il papà Michael. Schumi Jr. ha scelto il numero 29 e ha fatto segnare ottimi tempi durante i test. (02/04/2019)

Mick Schumacher farà il proprio debutto sulla Ferrari Sf90 nel primo giorno dei Test che seguiranno il Gran Premio del Bahrain, martedì 2 aprile. Il pilota tedesco della Ferrari Driver Academy (FDA), attualmente impegnato in Formula 2 con il team Prema, guiderà in entrambe le giornate, cominciando con la Ferrari e girando il mercoledì sulla vettura del team Alfa Romeo Racing. (27/03/2019)

Mick Schumacher non teme il confronto con il padre in vista dell’esordio in Formula 2, al contrario il cognome che porta è uno stimolo per lui. “Il paragone con papà non mi pesa, non è mai stato un problema per me” – dichiara in un video di diffuso dalla sua scuderia, l’italiana Prema Racing, con cui la scorsa stagione ha vinto il campionato di Formula 3 – “E’ un onore essere paragonato al miglior pilota della storia della Formula 1, devo solo cercare di imparare e migliorare”. (21/03/2019)

Si corre domenica 17 marzo il Gp di Australia di Formula 1. Il pilota con più vittorie in Australia è proprio Michael Schumacher ma Sebastian Vettel, in caso di vittoria, eguaglierebbe il primato di Michael Schumacher, capace di trionfare nella terra dei canguri in quattro differenti edizioni del GP. (14/03/2019)

A fine mese farà il suo debutto in Formula 2 e Mick Schumacher non vede l’ora di fare un altro step importante della sua carriera. “Farò tutto il possibile per realizzare il mio sogno di diventare un pilota di F1 – ha spiegato al Kölner Express – Mio papà è il migliore e il mio idolo”. Sul suo approdo in Ferrari: “E’ ovvio che ha avuto un grande posto nel mio cuore e anche nel cuore della nostra famiglia sin dalla mia nascita”. (10/03/2019)

Jean Todt accende le speranze sulle condizioni di Michael Schumacher. Alla rivista francese l’Equipe, Todt ha raccontato di essere stato con Schumi nella sua casa in Svizzera: ”La sua famiglia e i medici si prendono cura di lui. Per quanto mi riguarda sono molto vicino a Michael e alla sua famiglia, forse anche più di quanto lo sarei stato se non fosse successo l’incidente. C’è sempre la speranza che le sue condizioni possano migliorare’‘. (04/03/2019)

Una voce clamorosa, se confermata, riguarda Mick Schumacher che potrebbe fare il suo esordio su una monoposto di Formula 1 in Bahrain sulla Alfa Romeo CR38 prima di mettersi al volante della Ferrari SF90 in occasione dei test in-season di Barcellona. L’indiscrezione è stata riportata da it.motorsport.com che ha parlato dei giovani che disputeranno i rookie test 2019, le prime prove sono in programma dopo il secondo Gran Premio stagionale proprio al Sakhir: il regolamento impone alle squadre di schierare un pilota che abbia disputato al massimo due Gran Premi in almeno due dei quattro giorni di test. Il figlio delle sette volte Campione del Mondo, da poco entrato nella Driver Academy, sarà sicuramente impegnato con la Rossa nel secondo Test di Barcellona ma potremmo appunto vederlo anche con la Alfa Romeo in Bahrain dove familiarizzerà con una vettura di Formula Uno per la prima volta in carriera. (25/02/2019)

Mick Schumacher, figlio di Michael, sembra in procinto di seguire le orme del padre dopo essere stato ingaggiato dalla Ferrari Driver Academy . Durante una lunga intervista con la rivista ufficiale della FIA, il giovane Mick parlando del padre visibilmente commosso ha così affermato: ”Io sono contento di essere il figlio del più grande pilota di Formula 1 di tutti i tempi e lo ammiro per questo. Anche se certe volte è difficile le cose sono così ora e ci sono cose negative e aspetti positivi. mi ricordo che una volta mi chiese se per me questo era un hobby o se volessi diventare un professionista e io gli dissi che volevo farlo in maniera professionale. Non ho mai avuto dubbi su questo’‘. (21/02/2019)

Michael Schumacher ha trascorso le vacanze di Natale e il suo 50esimo compleanno a Maiorca, nella villa di famiglia acquistata dalla moglie Corinna qualche mese fa a Port d’Andratx. Stando a quanto riferito dalla Bild che cita il rotocalco Bunte, l’ex pilota tedesco e la sua famiglia, avrebbero raggiunto le isole Baleari in elicottero. Nel corso del soggiorno, Schumacher avrebbe preso il sole al riparo da una tenda, alla presenza, oltre che dei familiari e delle guardie del corpo, anche dello staff addetto alla sua assistenza. (13/02/2019)

Con un post pubblicato sui propri account social, Mick Schumacher ha voluto fare chiarezza su alcune foto che circolano da diverso tempo sul web. Le immagini, condivise da molti fan, mostrano Michael Schumacher insieme a due bambini che si riteneva fossero appunto i figli Mick e Gina Maria. ”Negli ultimi tempi sono state pubblicate delle foto che presumibilmente mi mostrano da bambino con mio padre. Voglio chiarire: queste immagini non mi mostrano e non mostrano nemmeno Gina. Mi dispiace per le persone in queste foto, non è bello neanche per i loro genitori. Posso solo fare appello a tutti i mezzi di comunicazione per non usare più erroneamente queste foto e rimuoverle dai loro archivi”, si legge nella nota pubblicata sulla pagina Facebook di Mick Schumacher. (04/02/2019)

Mick Schumacher, figlio di Michael, è entrato a far parte della Ferrari Driver Academy, il programma dedicato a giovani piloti di talento. Mick Schumacher sarà impegnato in Formula 2 al pari dei due compagni Callum Ilott e Giuliano Alesi. Schumi jr ha 19 anni e da bambino correva sui kart sotto gli occhi di papà, ha affrontato le serie minori e adesso è arrivato alle porte della F1. (24/01/2019)

Mick Schumacher sarebbe in procinto di firmare nei prossimi giorni per la Ferrari Drivers Academy. Lo riporta Motorsport aggiungendo che la scuderia di Maranello starebbe pensando al figlio del sette volte campione del mondo di F1 per effettuare anche dei test dopo i Gran Premi di Bahrain e Spagna. Nel 2018 Mick Schumacher ha vinto il titolo di campione europeo di F3 e quest’anno gareggerà nel campionato di F2 (14/01/2019)

Oggi compie 50 anni Michael Schumacher, conosciuto in tutto il mondo per essere stato sette volte Campione del Mondo in Formula 1, con ben 5 titoli consecutivi nella Scuderia Ferrari, dal 2000 al 2004. Come annunciato ieri dai familiari, da oggi è scaricabile l’app ufficiale di Schumi, realizzata per lui e per tutti i tifosi, per celebrare i suoi successi. Lo stesso motivo per cui è nata anche la mostra Michael Schumacher Private Collection a Colonia. Non è trapelato nulla sulle reali condizioni della leggenda di Formula 1, ma la moglie Corinna continua fiduciosa a parlare della forza con cui vanno avanti nella difficile sfida. E oggi lei e i figli resteranno come sempre a fianco di Michael per festeggiare il 50esimo compleanno, nella sua villa di Gland, in Svizzera, dove ha trascorso la sua intera esistenza dal settembre 2014. (03/01/2019)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Michael Schumacher, ultime notizie del 12/11/2019