Merkel: “Scandalo emissioni? Nessun danno all’immagine tedesca”

Intanto, altri brand nel mirino dei test: Bmw, Ford, Mazda e Mercedes

Lo scandalo Volkswagen sulle emissioni truccate non danneggerà l’industria tedesca: a sostenerlo con decisione è la cancelliera Angela Merkel in un’intervista radiofonica.

“Credo che la reputazione dell’economia tedesca, la fiducia nell’economia tedesca, non sia stata così scossa dallo scandalo che ha colpito Volkswagen – ha dichiarato la Merkel – Si tratta di un evento drammatico ma non avrà impatto sul made in Germany. L’importante che si faccia chiarezza al più presto”.

Parere diverso quello manifestato invece da Hans Dieter Poetsch, neopresidente del gruppo automobilistico tedesco, secondo cui il dossier contro l’azienda di Wolfsburg rappresenta una potenziale minaccia per tutto il settore automobilistico della Germania.

Non a caso, la Volkswagen sta puntando con decisione sull’ammissione di colpa e sulal volontà di chiare ogni questione per riconquistare la fiducia e l’immagine persa sul mercato.

<B>SCANDALO EMISSIONI: COSA SAPERE</B>

SCANDALO EMISSIONI: COSA SAPERE

In compenso, all’insegna del ‘mal comune, mezzo gaudio’, continuano a filtrare indiscrezioni su altre aziende che avrebbero ‘barato’. Come riportato adl Mail on Sunday, l’Institute for Transport Studies dell’Università di Leeds ha condotto una ricerca sovvenzionata dal governo del Regno Unito su una serie di motori diesel e l’esito è stato sconfortante: i gas tossici emessi dai veicoli supererebbero di sette volte il limite imposto dalla legge.

Tra i brand inseriti nella ricerca di sarebbero Bmw, Ford, Mazda e Mercedes. Si salvi chi può?

MOTORI Merkel: “Scandalo emissioni? Nessun danno all’immagine ted...