Mercedes scommette sul Diesel: meglio migliorarlo che vietarlo

La Casa di Stoccarda ha investito qualcosa come 3 miliardi di euro sulla nuova generazione di motori diesel

Sul futuro dei motori diesel si sta aprendo un fronte tra le case automobilistiche pronte a difenderli in quanto ritenuti ancora una valida alternativa per il futuro dell’auto.

Ultima in ordine di tempo è stata Mercedes pronta a lanciare nuove motorizzazioni ibride plug-in con motori a gasolio.

La casa tedesca ha investito oltre tre miliardi di euro sulla nuova generazione di motori Diesel lavorando anche per rendere questo tipo di propulsori ancora più efficienti, grazie alla tecnologia ibrida Plug-In

Daimler ha espresso “la ferma convinzione che sia meglio puntare sull’innovazione anziché sui divieti” dei motori a gasolio sottolineando come, semplicemente utilizzando motori più moderni, i valori di NOx nelle zone più trafficate si ridurrebbe del 70% entro il 2020 e del 90% dopo altri cinque anni.

Nel dibattito attualmente in corso si fa spesso confusione tra polveri sottili e NOx. In realtà, il problema legato alle emissioni di particolato generate dai motori degli autoveicoli è stato risolto con l’introduzione del filtro anti particolato diesel.

Mercedes-Benz è stata la prima Casa automobilistica a livello mondiale ad equipaggiare le vetture diesel con filtri antiparticolato nel 1985. Il know-how maturato da questa esperienza ha costituito la base per sviluppare le innovative tecnologie di filtraggio con rendimento particolarmente elevato, che eliminano quasi completamente il particolato dalle emissioni del diesel. Dal 2005 questi filtri fanno parte della dotazione di serie sulle vetture Mercedes con motore diesel. Naturalmente ci sono ancora in circolazione veicoli più vecchi.

Questo andamento positivo è destinato a consolidarsi ulteriormente nel prossimo futuro, in particolare per quanto concerne l’evoluzione delle emissioni di NOx, soprattutto grazie a tre fattori di sviluppo: in primo luogo, i veicoli equipaggiati con motori diesel di ultimissima generazione si affacciano sul mercato con una presenza sempre maggiore; in secondo luogo aumenta continuamente l’offerta di vetture omologate secondo la più recente e, di conseguenza, più severa norma sui gas di scarico Euro 6d temp.

MOTORI Mercedes scommette sul Diesel: meglio migliorarlo che vietarlo