Mercato dell’auto: è boom di auto a km zero, giù i diesel

Brusca frenata del mercato auto: in marzo sono state immatricolate in Italia 214.018 autovetture con un calo del 5,67% sullo stesso mese del 2017.

Secondo i dati forniti da Dataforce (società di analisi di mercato che opera a livello internazionale) a contenere il passivo sono state le quasi 31.500 auto km zero immatricolate nell’arco del mese, con una crescita, rispetto a marzo del 2017, del 20%.

Le immatricolazioni dell’ultima ora sono state una valanga: nei giorni 28, 29 e 30 marzo sono stati targati quasi 100.000 veicoli (esattamente 98.122).

Una parte delle immatricolazioni finali sono ascrivibili a clienti effettivi, ma moltissime sono state le auto-immatricolazioni dei concessionari (25.000 le vetture in tutto il mese, con un incremento di oltre il 26%), che andranno a ingrossare le fila degli stock di km zero, già arrivati ormai a livelli d’allarme.

Mancano sempre all’appello le vendite di auto nuove ai privati: una contrazione che diventa di mese in mese sempre più allarmante: 7.000 targhe in meno a gennaio, 13.600 a febbraio, 18.300 a marzo, a riprova del fatto che i privati stanno passando in massa all’acquisto di km zero, che trovano più convenienti rispetto agli sconti praticati sul nuovo

Inversione di tendenza sulle alimentazioni

Il 2018 si sta confermando anche un anno di cambiamento nelle scelte dei consumatori, sebbene non così accentuato rispetto a quello che avviene in altri Paesi (Germania in primis): gli automobilisti italiani stanno convertendosi alle alimentazioni alternative: ibride, elettriche e metano soprattutto, mentre a farne le spese è l’alimentazione a gasolio e, in misura minore, quella a benzina e il gpl.

A marzo sono state immatricolate 13.149 auto diesel in meno (-9,19%), ossia quanto il calo del mercato automobilistico nel suo complesso (che ha perso a marzo 12.856 unità).

La discesa del gpl nelle preferenze degli automobilisti è al -7,32% nel trimestre e molto più accentuata a marzo (-9,57%, pari a 1.300 unità circa).

L’elettrico puro cresce a marzo del 37,84% e addirittura del 42,63% nel trimestre, superando per la prima volta quota 1.000 unità nei primi tre mesi dell’anno.

L’elettrico ‘misto’, cioè le auto ibride, ha avuto un incremento a marzo del 26,70% e del 31,94% nel trimestre (pari a oltre 5.000 unità in più).

Le auto a metano sono cresciute del 31,01% a marzo e del 27,96% nel trimestre (sono quasi 3.000 veicoli in più).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Mercato dell’auto: è boom di auto a km zero, giù i diesel