Maxi multa al monopattino che andava a 80 km/h

Un episodio incredibile in quel di Genova, dove un monopattino elettrico ad altissima velocità è stato inseguito e multato

Quella con i monopattini elettrici è una situazione difficile, da una parte infatti possiamo dire i vantaggi che questi veicoli hanno portato per quanto riguarda la mobilità quotidiana nei centri urbani, dall’altra però purtroppo dobbiamo ammettere anche alcuni pericoli alla guida e il numero troppo alto di incidenti che hanno causato.

Di sicuro il problema non sono i monopattini in sé, ma la negligenza di molti ‘piloti’. Per questo motivo a Milano, già dallo scorso anno, è stata introdotta la rimozione forzata contro il fenomeno della ‘sosta selvaggia’ e oggi si parla di nuove imminenti leggi per regolamentarne la circolazione in maniera più dura. Nelle scorse ore, a testimoniare quanto può accadere, a Genova un individuo che viaggiava su un monopattino modificato (un altro problema è proprio questo) con batteria da 4.200 watt e alla velocità di 80 km/h, è stato inseguito e multato.

Sembravano quasi le scene di un film, eppure era realtà. La Polizia rincorreva il monopattino elettrico, che superava di gran lunga il limite di velocità imposto per legge. quando gli agenti si sono accorti della velocità alla quale viaggiava il mezzo, si sono avvicinati al guidatore, chiedendogli di fermarsi. Quest’ultimo però è scappato, accelerando fino a raggiungere la velocità di 80 km/h.

Questo il motivo per cui, inevitabilmente, si è verificato l’inseguimento, il monopattino sfrecciava ad una velocità davvero assurda, il comportamento del pilota era potenzialmente pericoloso per tutti, sia per le auto, sorpassate con manovre azzardate, sia per i pedoni e gli altri mezzi a due ruote che circolavano in quel momento per le vie di Genova.

Ci sono voluti solo alcuni minuti e poi finalmente gli agenti di Polizia sono riusciti a fermare il conducente del monopattino elettrico modificato illegalmente. Il motore del veicolo oltretutto era privo di etichette di omologazione. Secondo le indagini della Motorizzazione, la batteria originale del monopattino (che come sappiamo, per legge non può superare i 500 watt) era già stata sostituita con un’altra da ben 4.200 watt. Il conducente in fuga ha pagato molto caro per la sua pazzia, oltre alla denuncia ha ovviamente subito il sequestro amministrativo del monopattino e ha preso inoltre una multa di 713 euro, risultante dalla somma di ben 11 verbali.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Maxi multa al monopattino che andava a 80 km/h