Luglio in calo per il mercato auto in assenza di incentivi

Difficoltà per il mercato italiano il mese scorso, un ulteriore calo delle immatricolazioni pesa sull’intero comparto

La situazione del mercato auto la conosciamo bene, dopo un anno davvero difficile, il più complesso degli ultimi tempi, finalmente il comparto automotive è pronto a ripartire e riprendersi dalla crisi senza precedenti causata dall’arrivo della pandemia di Covid-19.

Il presente non è proprio dei migliori, nonostante i parecchi segnali di ripresa. In particolare, facciamo un focus sui numeri del mese di luglio 2021. Purtroppo si nota nuovamente un calo, le immatricolazioni del mese infatti sono state in tutto 110.292, questo significa il 19.4% in meno rispetto allo stesso mese del 2020, il che è abbastanza drammatico.

Secondo quanto riportato dai dati diffusi dal Ministero dei Trasporti, dal mese di gennaio al mese di luglio 2021 sono state però vendute in tutto 995.239 auto, i primi sette mesi dell’anno hanno segnato un buon incremento del 38% sullo stesso periodo del 2020. E quindi, resta da ricercare la motivazione del calo del mese di luglio, ma i conti sono subito fatti.

Ed è Paolo Scudieri, presidente dell’Anfia, a spiegarlo: “Pesa sul risultato di luglio l’attesa per il rifinanziamento degli incentivi, ma anche il confronto con il luglio 2020 che, pur avendo chiuso a -11%, dava i primi segni di recupero rispetto alle pesantissime flessioni dei mesi precedenti”. Gian Primo Quagliano, del Centro Studi Promotor, aggiunge: “I nuovi incentivi eviteranno il crollo della domanda di auto che aveva cominciato a manifestarsi proprio in luglio e che in mancanza di interventi poteva essere drammatico nell’ultima parte dell’anno”.

Il mercato auto in Italia, grazie ai nuovi bonus (la piattaforma per la richiesta è stata riaperta lo scorso lunedì 2 agosto) potrebbe chiudere il 2021 con un buon risultato e con un calo rispetto al 2019 (sicuro) meno ‘spaventoso’. Il rinnovo degli incentivi era un provvedimento atteso – dichiara l’Unrae – anche se alcuni esperti lamentano la scarsità di risorse messe a disposizione per poter arrivare sereni sino alla fine dell’anno.

Per quanto riguarda i modelli di auto, buoni i risultati per l’usato, che per la prima volta sono coinvolti dagli incentivi; continua poi il calo di interesse per le motorizzazioni benzina e diesel, sono le ibride e le elettriche a farsi largo sul mercato. Per la prima volta in assoluto, durante il mese di luglio, le auto ibride non ricaricabili vendute sono state di più di quelle a benzina.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Luglio in calo per il mercato auto in assenza di incentivi