L’impresa di Henry: Giro d’Italia sul Ciao

Si chiama Henry Favre ed è un meccanico di Gressan (Aosta), appassionato di viaggi estremi

Si chiama Henry Favre ed è un meccanico di Gressan (Aosta), appassionato di viaggi estremi.

ciao1

Dopo aver raggiunto Caponord alla guida di una Ape per oltre 10.000 km, i primi di aprile è partito alla scoperta dell’Italia a bordo di un Ciao degli anni Settanta appartenuto al padre.

Per percorrere gli 8.000 km in programma, Henry ha rimesso a nuovo il mitico ciclomotore.

Ci vorranno circa due mesi, alla velocità di 45 km all’ora, per visitare tutte le regioni. Tenda, sacco a pelo, fornellino cuoci vivande.

“Ad oggi non ho programmato niente, so solo che devo passare dalla Fontina al Pecorino, fino ad arrivare agli aranci di Sicilia. Spero anche di poter contare su un pasto caldo e una doccia qua e là, da gente generosa che ha voglia di appoggiarmi lungo il percorso. Non sarà solo una vacanza, un viaggio o una scommessa”.

ciao2

Sarà possibile seguire l’impresa di Herny Favre sulla sua pagina Facebook

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI L’impresa di Henry: Giro d’Italia sul Ciao