Multe valide anche se il vigile è fuori servizio

Il Tribunale di Parma ha deciso: gli agenti fuori servizio possono multare

I vigili urbani possono multare i cittadini quando sono fuori servizio? Il Tribunale di Parma ha dichiarato che è così: se un vigile urbano fori servizio nota un cittadino che sta compiendo un’infrazione è nel pieno diritto di fermarlo e di infliggergli una multa. La sentenza è del 2014 e il tutto è nato da un evento avvenuto nel 2009. Un cittadino era stato fermato da un agente della Polizia Municipale di Parma, che era in borghese avendo terminato il suo turno di lavoro quotidiano. Il cittadino aveva effettivamente violato il codice della strada ma, rivoltosi al Giudice di Pace, questi gli aveva cancellato la contravvenzione.

Il Comune di Parma ha però impugnato la decisione del Giudice di Pace, facendo ricorso, ottenendo un pieno successo, e creando un precedente che andrà ad incidere sulla vita di tutti gli Agenti di Polizia Municipale d’Italia. Costoro infatti oggi possono legalmente infliggere contravvenzioni di ogni tipo ai cittadini, 24 ore su 24, anche quando non sono nel pieno dello svolgimento del loro turno di lavoro. Il Tribunale di Parma ha però dichiarato che tale operazione può essere effettuata solo all’interno del Comune per cui lavorano, quindi quando sono in vacanza o in viaggio non possono emettere contravvenzioni, ma solo avvisare le autorità competenti.

Lo stesso non si può dire per le altre forze dell’Ordine: Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, non lavorano per un singolo Comune o per una Regione, sono infatti corpi di Polizia dello Stato Italiano. Possono quindi fermare e multare i cittadini 24 ore su 24, in qualsiasi regione italiana. Praticamente sono costantemente in servizio e qualsiasi Comune italiano fa parte del loro territorio di competenza.

Questa notizia dovrebbe far tremare solo coloro che tendono a contravvenire alle leggi: se si seguono i divieti, i limiti di velocità e le più comuni norme del vivere civile, non si devono avere preoccupazioni di alcun tipo. Certo è che questa decisione fa preoccupare i furbetti, quelli che rallentano se vedono una pattuglia in lontananza o si accorgono di un sensore per la misurazione elettronica della velocità.

I diversi Agenti di Pubblica Sicurezza in genere in Italia hanno l’uniforme solo durante le ore di servizio, mentre in genere sono in borghese, perfettamente indistinguibili da qualsiasi alto cittadino. La possibilità di ricevere una multa anche da un passante anonimo fa sicuramente preoccupare coloro che tengono regolarmente una guida spericolata.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Multe valide anche se il vigile è fuori servizio