Ecco la verità dietro le multe degli autovelox

La trasmissione 'La Gabbia' di La7 ha svelato cosa si nasconde dietro ai migliaia di autovelox piazzati sulle strade italiane. Emerge dal servizio come gli interessi economici sulle multe sono spesso maggiori rispetto a prevenzione e sicurezza stradale.

La trasmissione ‘La Gabbia’ di La7 ha svelato cosa si nasconde dietro ai migliaia di autovelox piazzati sulle strade italiane. Emerge dal servizio come gli interessi economici sulle multe sono spesso maggiori rispetto a prevenzione e sicurezza stradale.

Ci sono, ad esempio, degli aspetti poco conosciuti che riguardano il funzionamento di questi dispositivi. Gli autovelox vengono piazzati in maniera scientifica in posizioni strategiche con l’obiettivo di segnalare quante più infrazioni possibili. A denunciarlo è proprio l’inviato de ‘La Gabbia’ che per l’occasione ha intervistato un ex addetto all’installazione di autovelox: ‘Era interesse della mia azienda e del Comune, fare quante più contravvenzioni possibili. Tutto era fatto per incassare. Niente veniva fatto per la prevenzione. Più foto facevamo, più la ditta guadagnava. Anche l’obiettivo del Comune era di fare quanti più incassi possibili’.

IL TUTOR CHE INGANNA – C’è poi l’esempio del Comune di Bergeguardo (Pavia) che ha piazzato un tutor per il controllo della velocità. Il tutor di Bereguardo non è di proprietà del Comune ma di una società a cui l’amministrazione versa un canone di 22mila euro l’anno.

La legge lo consente, ma impedisce invece di versare alle società private percentuali sulle multe. Nel caso del tutor di Bereguardo, oltre al canone vanno alla ditta privata altre somme, dai 18 ai 40 euro, per ogni multa e a seconda del verbale.

A fronte di migliaia di ricorsi infatti il Giudice di pace di Pavia ha sancito la nullità della multa per eccesso di velocità elevata con autovelox o tutor se la società privata che fornisce al Comune gli strumenti di controllo elettronico non incassa solo un canone fisso, ma anche una percentuale sulla base di ogni verbale: una tale previsione è infatti contraria alla legge e comporta la nullità delle contravvenzioni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ecco la verità dietro le multe degli autovelox