Juice Booster 2, la ricarica portatile ora è firmata Mercedes

La casa di Stoccarda consentirà ai propri clienti di acquistare una wallbox personalizzata

Ai caricabatteria portatili per smartphone e tablet abbiamo ormai fatto l’abitudine e, a grandi linee, tutti ne abbiamo almeno uno in casa. Ai caricatori “portatili” per auto elettriche, invece, non siamo ancora probabilmente del tutto abituati. Anche se potrebbero entrare a far parte della nostra quotidianità in men che non si dica.

I possessori di una Mercedes-Benz ibrida o full electric, ad esempio, potrebbero ben presto fare la conoscenza con Juice Booster 2, wallbox portatile incorporato nella gamma dei prodotti offerti da Mercedes-Benz Customer Solutions. Il paragone con le powerbank degli smartphone è ovviamente piuttosto azzardato, ma i vantaggi e la comodità che questo accessorio possono garantire sono indubbi: come vedremo in dettaglio tra poco, la wallbox portatile prodotta in Svizzera consente di ricaricare velocemente la batteria del proprio veicolo, proteggendola dal rischio di sbalzi di corrente, aumenti improvvisi di temperatura e molto altro ancora.

Esattamente, però, cosa è la Juice Booster 2? Come detto, si tratta di un caricatore portatile (disponibile in versione personalizzata per tutti i clienti Mercedes-Benz che decideranno di acquistarla), che può essere comodamente riposta all’interno del bagagliaio della propria vettura e tirata fuori all’occorrenza. Grazie alla completa gamma di connettori elettrici, sarà possibile collegare il dispositivo a qualunque presa di corrente e sfruttare al massimo la potenza erogata. La wallbox portatile, infatti, seleziona automaticamente la potenza di carica ottimale, consentendo di ricaricare in fretta l’accumulatore del proprio veicolo.

Juice Booster 2 con tutti gli accesso

La Juice Booster 2 è dotata di dicersi connettori, che permettono di collegarla senza problemi a qualunque presa di corrente

I possessori di un’auto ibrida o elettrica Mercedes-Benz (come la nuova berlina di lusso Mercedes-EQ EQS, ad esempio) che decideranno di dotarsi di questo accessorio potranno così caricare il proprio veicolo ovunque si trovano. La Juice Booster 2 può essere collegata senza particolari difficoltà a qualunque presa domestica, presa industriale o colonnina pubblica che si trova lungo la strada. Insomma, non ci sarà più pericolo di restare “a secco”: sarò sufficiente trovare una qualunque fonte di energia elettrica per ricaricare il battery pack della propria auto.

Uno degli aspetti più interessanti della wall box portatile è però legato alla sicurezza. Se da un lato il caricatore portatile svizzero mette il sistema di ricarica al riparo dai pericoli causati dagli sbalzi di corrente, dall’altro il sistema brevettato per il monitoraggio della temperatura – chiamato JUICE CELSIUS – fa sì che né il veicolo né i connettori subiscano dannni a causa di anomalie nella temperatura. Se il sensore dovesse infatti rilevare un surriscaldamento anomalo, la spina segnala il pericolo alla stazione di ricarica, interrompendo il precesso in maniera controllata.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Juice Booster 2, la ricarica portatile ora è firmata Mercedes