Jaguar Land Rover, portiere automatiche per i disabili

La nuova tecnologia mostra l’impegno e la dedizione della Casa per le persone con difficoltà

Parliamo di apertura e chiusura automatica delle portiere, per i disabili che utilizzano l’auto come principale mezzo di trasporto.

Si tratta di un sistema che monta dei sensori in grado di rilevare la presenza del guidatore e il suo movimento verso la macchina, in modo da aprire automaticamente la portiera. Sono stati Mark Omrod, ex Royal Marines, e l’atleta Invictus i due tester che hanno provato questa innovativa tecnologia su una Range Rover Sport. Facile anche immaginare come l’automatizzazione delle portiere possa semplificare anche alcuni dei principali gesti del quotidiano e non solo la vita dei disabili. Basti pensare a chi trasporta i sacchetti della spesa oppure chi ha in mano il seggiolino per bambini piuttosto che altri oggetti ingombranti. Il conducente non dovrà più liberare una mano per aprire la portiera, anzi l’auto potrà farlo da sé anche tramite il controllo gestuale.

Per quanto riguarda invece la chiusura delle portiere, i passeggeri che si trovano all’interno della vettura potranno farlo pigiando semplicemente su un pulsante. Nel sistema di Infotainment è stato installato un infatti un software in grado di mostrare in quale stato si trovi ogni portiera e anche di garantire il funzionamento automatico delle stesse. Jaguar Land Rover propone quindi questo nuovo sistema tecnologico a favore dei disabili e di chiunque abbia difficoltà, oltre che per tutta la clientela, per far fronte ad alcune esigenze del quotidiano. La Casa mostra in continuazione la sua voglia di migliorare il comfort e la sicurezza sui veicoli che realizza. L’ultimo intervento che abbiamo visto è il segnale acustico montato sulla Jaguar I-Pace, per avvisare i pedoni dell’arrivo dell’auto, oppure ancora l’azienda ha creato la tecnologia V2X per eliminare le soste ai semafori e l’algoritmo per ridurre il mal d’auto.

Parlando ancora delle portiere per disabili Mobility, sono dotate di comandi gestuali e radar che, oltre a rendere automatica l’apertura e la chiusura, evitano che nel movimento possano urtare altri veicoli parcheggiati oppure oggetti. Oltre ai sensori di movimento la nuova tecnologia impiega il sistema di ingresso senza chiave per rilevare il guidatore che cammina verso la macchina e accoglierlo al suo arrivo, aprendogli automaticamente la portiera.

Un terzo dei disabili che utilizza l’auto come principale mezzo di trasporto lamenta difficoltà pratiche nell’uso del veicolo, per questo motivo Jaguar Land Rover ha deciso di sperimentare questo sistema. Come abbiamo visto lo stesso può essere utile anche per tutti gli altri utenti che vanno a fare la spesa o che hanno il proprio bimbo in braccio o oggetti voluminosi da trasportare. Le portiere si possono anche programmare per chiudersi e bloccarsi ogni volta che il guidatore abbandona la macchina.

I ricercatori della Casa hanno quindi realizzato questo dispositivo per mesi e poi lo hanno montato sulla Range Rover Sport per il test. Si tratta di un sistema all’avanguardia in grado di offrire vantaggi a tutti i clienti e di fornire quella sensazione di accoglienza che forse è impossibile provare su ogni altra vettura.

MOTORI Jaguar Land Rover, portiere automatiche per i disabili