Incidenti mortali: Italia al secondo posto in Europa

L'Italia è al secondo posto per numero di incidenti mortali

L’Italia sale sul podio per un primato poco invidiabile. Il nostro è infatti il secondo paese in Europa per numero di vittime da incidenti stradali nel 2014, sebbene abbia registrato una significativa riduzione del 18% negli ultimi 5 anni, in linea con la media Ue. Questo è quanto emerge dal rapporto della Commissione Ue sulla sicurezza stradale.

Nel 2014 sono stati 3.381 i morti sulle strade italiane. Un numero impressionante ma più che dimezzato rispetto ai 7.096 del 2001.

Il Paese che da anni mantiene il primato di vittime in termini assoluti è la Francia con 3.384 morti. La Germania è terza, appena subito dopo l’Italia, con 3.377 vittime.

Le principali cause che provocano incidenti stradali? Minori risorse finanziarie nella manutenzione delle strade a causa della crisi economica, maggior circolazione sulle strade in inverno per il clima diventato più mite, ma anche un 10%-30% di distrazioni ‘da smartphone‘ sul 90% di incidenti dovuti a comportamenti scorretti da parte dei guidatori.

Proprio l’uso del telefonino alla guida è ormai il comportamento illecito più multato. Nel 2014 le multe per la guida ostacolata da telefonini e cuffie sono state 142.415, pari a 390 ogni 24 ore.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Incidenti mortali: Italia al secondo posto in Europa