Incentivi auto: tre milioni dal Comune di Milano

Nuovi bonus e contributi anche da parte dell’Amministrazione Comunale del capoluogo lombardo: come funziona

Il Comune di Milano mette a disposizione nuovi fondi come incentivi auto, che possono essere cumulati con i contributi statali ancora attivi. Il nuovo bando verrà pubblicato a giorni da Palazzo Marino, i bonus saranno indirizzati ai cittadini privati interessati a nuove auto.

Il contributo è infatti dedicato a tutti coloro che hanno già acquistato nel corso del 2021 oppure compreranno nuove auto o veicoli caratterizzati da basso impatto ambientale. Milano mette a disposizione un fondo di 3 milioni di euro per sostenere l’acquisto locale, incentivi che i cittadini possono appunto, come già detto, cumulare con quelli forniti dallo Stato. Il nuovo bando attraverso il quale verranno erogati i contributi sarà pubblicato nei prossimi giorni sul sito ufficiale del Comune di Milano.

Sul portale, per tutti i cittadini interessati, saranno rese note ovviamente tutte le informazioni utili; i bonus si potranno richiedere fino al 31 dicembre 2021 oppure fino a esaurimento dei fondi, che prevediamo possa essere molto rapido (anche gli incentivi statali infatti sono terminati in pochissimo tempo). Per accedere ai contributi bisogna essere cittadini residenti nella città di Milano e ovviamente maggiorenni.

Ci sono altri requisiti? Innanzitutto gli incentivi (cumulabili con quelli statali) vengono concessi a chi compra una nuova auto ibrida, elettrica, bifuel o a idrogeno, previa radiazione per demolizione di un altro mezzo per il trasporto di persone con alimentazione a benzina fino alla categoria Euro 3 o diesel fino ad Euro 6. I cittadini che invece non rottameranno alcun altro veicolo di vecchia data ma provvedono all’esportazione all’estero (diesel Euro 5 e 6), allora possono comunque beneficiare del contributo, ma ridotto del 20%.

Cosa sappiamo invece per quanto riguarda i ciclomotori e i motoveicoli? Viene incentivato l’acquisto di mezzi elettrici con un contributo pari al 60% del costo totale, fino a 3.000 euro di valore massimo. È obbligatoria però la rottamazione di un mezzo per il trasporto di persone a benzina fino a Euro 3 o diesel fino a Euro 6, oppure l’esportazione (anche in questo caso solo diesel Euro 5 e 6), o ancora la radiazione di un motoveicolo o ciclomotore con alimentazione a due tempi fino a Euro 3, benzina a quattro tempi fino a Euro 2. Senza la radiazione di un vecchio veicolo il cittadino può chiedere comunque il contributo, ma sarà più basso, pari al 40% del costo totale e fino a un massimo di 1.800 euro. Ogni incentivo può essere erogato per un solo mezzo e una volta sola.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Incentivi auto: tre milioni dal Comune di Milano