Il disastro delle strade italiane: 25 milioni per ‘tappare’ le buche di Roma

A tanto ammonta la cifra stanziata per sistemare la rete stradale capitolina

25 milioni di euro: a tanto ammonta lo stanziamento del bilancio 2016 di Roma deciso da Francesco Paolo Tronca, commissario della capitale, per aggiustare le strade comunali, ‘vittima’ di una situazione di dissesto che ha raggiunto livelli preoccupanti.

In particolare, capita sempre più spesso che sulle vie si aprano voragini di notevole entità, con relativa chiusura al traffico e congestionamento delle arterie limitrofe. Non di rado succede poi che i tempi di riparazione siano particolarmente lunghi, perché questi riguardano pure la rete fognaria, spesso causa dei dissesti stradali.

L’ultimo caso, uno dei più eclatanti, riguarda un tratto della viabilità del Nomentano, riguardante via Lorenzo il Magnifico, nei pressi di Piazza Bologna. La buca in questione è ormai aperta da sei settimane e nel frattempo la voragine è diventata ‘virale’ sui social, complici alcuni ragazzi che si sono piazzati a giocare a carte su un tavolino nel bel mezzo della via, ovviamente chiusa, e hanno poi postato le immagini sul web.

Più recente è il caso di Piazza Santiago del Cile, in zona Parioli, dove nel giro di pochi giorni si sono aperte ben due buche, e della zona del II Municipio, in Viale Masaniello e Viale Romania.

In quest’ultimo caso è stato già aperto il cantiere ACEA, l’operatore che gestisce la rete elettrica di Roma, e il problema potrebbe essere risolto in un paio di settimane. Ancora sconosciuti, invece, i tempi per la sistemazione di Viale Masaniello: già annunciati, però, i costi dell’operazione, ben 300mila euro, causa necessità di rifacimento integrale non solo della strada ma pure della condotta fognaria. Insomma, se il manto stradale crolla, il conto delle spese sale…

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il disastro delle strade italiane: 25 milioni per ‘tappare&#8217...