Il bollo per le auto d’epoca sta distruggendo un “tesoro”

Numerosi possessori di auto d'epoca stanno vendendo all'estero i loro gioielli

Il tema del bollo delle auto storiche è stato motivo di grande confusione tra in proprietari di queste vetture. Le modifiche sono entrate in vigore con la Legge di Stabilità 2015 che ha stabilito di tassare le vetture tra i 20 e 30 anni di età.

In virtù di questa decisione del Governo molti sono stati costretti a vendere la propria auto d’epoca all’estero o addirittura a demolirla.

Come riporta il Giornale, il tema è stato oggetto di discussione al ‘Legend Cars’ di Verona dove è intervenuto anche Roberto Loi (presidente dell’Asi).

“La decisione del governo è iniqua, visto che l’erario incasserà molto meno di quanto ha stimato, proprio perché molto auto vengono rottamate oppure vendute. Una vera beffa che sta decimando e distruggendo un autentico tesoro. E il gettito stimato dal fisco, circa 78,5 milioni, si ridurrà solo a qualche briciola».

Qualche giorno fa il Governo ha anche impugnato la decisione della Regione Sicilia di far pagare una tassa di circolazione annua ridotta a veicoli e moto tra i 20 e 29 anni di età.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il bollo per le auto d’epoca sta distruggendo un “tesoro&#...