Hyundai, decisione definitiva sui motori termici

Pare che il Gruppo automobilistico coreano abbia definitivamente deciso di stoppare lo sviluppo dei motori termici

Il Gruppo Hyundai Motor, di cui fa parte, oltre a Hyundai, anche Kia, ha già parlato del suo più grande obiettivo per il futuro e lo ha fatto in differenti occasioni. Entro il 2045 il colosso coreano dell’automotive vorrebbe diventare un’azienda a impatto zero, ovvero stoppare definitivamente la produzione di auto con motori termici.

Oggi arrivano nuove indiscrezioni che sembrano confermare al 100% la decisione del Gruppo Hyundai per il futuro, che vuole eliminare del tutto i dipartimenti che si occupano della ricerca di questa tipologia di motorizzazioni standard e tradizionali che tutti conosciamo, puntando a riorganizzare completamente il suo quartier generale di ricerca e sviluppo. Si tratta nello specifico di un’area enorme, grande circa 3,3 milioni di metri quadrati, che dà lavoro a moltissime persone, visto che i dipendenti in tutto sono 12.000. Moltissime le strutture che ne fanno parte, tra cui anche dei circuiti di prova. Si tratta dell’area di produzione di tutte le auto del Gruppo Hyundai, comprese quelle ad elevate performance, contraddistinte dalla lettera N (che conosciamo), e i veicoli da gara.

La futura elettrificazione della gamma Hyundai

Per accorciare i tempi che riguardano l’elettrificazione dell’intera gamma della Casa auto, è fondamentale chiaramente che si pensi ad una completa riorganizzazione. Ed è per questo motivo che il Gruppo Hyundai Motor ha deciso di unificare man mano alcuni reparti, per poter incentivare il più possibile la ricerca che riguarda le nuove motorizzazioni elettriche della Casa. Una dimostrazione della direzione che sta prendendo Hyundai è data dalla realizzazione del nuovo centro di sviluppo delle batterie proprio nel quartier generale di Namyang. E non è tutto, il colosso coreano dell’automotive si sta impegnando anche per trasformare tutti i centri di produzione dei motori a combustione in centri connessi all’elettrificazione.

Il team di gestione del progetto e quello di sviluppo del prodotto sono stati integrati nell’Electrification Development Team, è stata una scelta del marchio, volta a velocizzare sempre più i tempi per la progettazione dei nuovi veicoli elettrici del brand. In questo modo Hyundai Motor Group ha deciso di formare un’unità unica dedicata a tutte le fasi di progettazione dei nuovi mezzi elettrici, a partire dal disegno iniziale fino alla produzione, per il raggiungimento del risultato finale.

Hyundai Motor: i programmi del Gruppo per un futuro elettrico

Come abbiamo modo di comprendere quindi da quanto detto sinora, oggi il Gruppo Hyundai Motori ha un solo e unico grande obiettivo: raggiungere la totale elettrificazione dei due brand che ne fanno parte, ovvero Hyundai e Kia. C’è da dire che è una strada che ha già preso il via a partire dal 2020, con il debutto sul mercato dei due nuovi veicoli EV6 e Ioniq 5 (qui il listino prezzi). Il colosso automotive non si concentrerà solo sulle auto elettriche a batteria, ma anche sullo sviluppo delle elettriche a idrogeno, o almeno, è quanto emerge dalle ultime indiscrezioni.

Per quanto riguarda la ‘ristrutturazione’ del Gruppo, non si sono evoluti solo i piani industriali, ma Hyundai Motor ha portato dei cambiamenti profondi anche ai vertici. Il produttore ha infatti annunciato che l’ex responsabile della divisione R&D Albert Biermann è diventato oggi il nuovo consulente tecnico per l’azienda, e che ci sono state più di 200 promozioni esecutive.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Hyundai, decisione definitiva sui motori termici