Guidare senza lenti prescritte: cosa si rischia

Due codici sul retro della patente rendono obbligatorie le lenti alla guida: ecco i rischi e le multe previste

Se al momento del rilascio della patente, o al rinnovo di quest’ultima, nella tessera leggete il codice 01 o 06 significa che in sede di controllo oculistico è stata riscontrata la necessità di guidare con gli occhiali o con le lenti a contatto. I seguenti codici, riportati sul retro del documento nell’ultima riga della tabella, sottolineano l’obbligatorietà dei dispositivi citati e se da un controllo si dovesse risultarne sprovvisti alla guida si potrebbe andare incontro a multe salate.

Guidare senza lenti quando si hanno dei difetti alla vista certificati comporta un rischio molto elevato per sé e per gli altri e il Codice della Strada è chiaro. All’articolo 173, che disciplina appunto l’uso di lenti e apparecchi durante la guida, al comma 1 si legge: “Il titolare di patente di guida al quale, in sede di rilascio o rinnovo della patente stessa, sia stato prescritto di integrare le proprie deficienze organiche e minorazioni anatomiche o funzionali per mezzo di lenti o di determinati apparecchi, ha l’obbligo di usarli durante la guida”. Aggirare tale articolo, comporta una multa che va da un minimo di 81 euro ad un massimo di 326 euro.

In sede di controllo, nel caso in cui uno dei codici dovesse essere riscontrato nella patente del guidatore, le forze dell’ordine potrebbero richiedere una verifica. Se trovati senza occhiali, la richiesta potrebbe infatti essere quella di dimostrare di indossare le lenti a contatto, equivalente delle lenti obbligatorie prescritte. Ma non è finita qui. Nel caso in cui si venga colti in errore, oltre alla multa a pagarne le conseguenze potrebbe essere la stessa patente. Secondo quanto previsto dalla legge infatti una sanzione accessoria prevede la perdita di 5 punti sulla licenza di guida che, nel corso del tempo, potrebbero causare non pochi problemi.

Il mancato uso delle lenti, poi, potrebbe rientrare nelle cosiddette clausole di esclusione e rivalsa del contratto di assicurazione auto. Infatti, nel caso in cui dopo un incidente viene dimostrato che si guidava senza lenti, la compagnia può esercitare il diritto di rivalsa chiedendo all’assicurato di provvedere in prima persona a pagare i danni provocati. Una distrazione che, al passo con i rischi di guidare con la patente scaduta, potrebbe avere un peso economico non di poco conto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Guidare senza lenti prescritte: cosa si rischia