Guerra in Ucraina, l’Europa blocca le esportazioni di moto

L'Unione Europea ha attuato il quarto pacchetto di sanzioni verso la Russia

Il Consiglio dell’Unione Europea vara il quarto pacchetto delle sanzioni economiche emesse ai danni della Russia a causa dell’invasione in Ucraina. Tra gli asset colpiti, il divieto per le imprese europee di effettuare transazioni con imprese statali russe e restrizioni alle esportazioni di tecnologie e beni per l’industria energetica, per la difesa e per la sicurezza. Non è tutto, ha deciso di bloccare anche le esportazioni di beni di lusso dal Vecchio Continente. Tra questi rientrano anche le moto, considerate tali come sigari, profumi, oggetti di abbigliamento, vini pregiati, gioielli e device elettronici.

Registrati a Virgilio Motori per continuare a leggere questo contenuto
Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)