Green NCAP, Hyundai Ioniq e Bmw i3 sono le più ecologiche

I risultati della prima fase di test da parte del nuovo consorzio: due promosse e tante bocciate

Green NCAP ha valutato dodici vetture in commercio per capire i reali valori di consumi di carburante ed energia. Due modelli sono stati promossi a pieni voti: Hyundai Ioniq e Bmw i3.

La missione di Green NCAP è quella di promuovere auto sempre meno inquinanti. Si tratta di un nuovo consorzio voluto fortemente da FIA, la Federazione Internazionale dell’Automobile, e da Euro NCAP. Il consorzio è costituito da Governi, da Club automobilistici tra i quali l’ACI, dai rappresentanti dei consumatori, dai laboratori di prova e dai centri di ricerca universitaria di otto nazioni europee. Al termine del progetto, questo nuovo consorzio metterà a disposizione di tutti, informazioni certificate relative alla reale sostenibilità ambientale dei modelli analizzati, oltre le richieste delle normative vigenti e al di là di quanto dichiarato dai costruttori.

La prima fase è già partita e Green NCAP ha preso in considerazione l’energia impiegata durante la guida. Più in avanti, nella fase successiva, si valuterà anche l’intero ciclo di vita dell’auto, andando a puntare la lente d’ingrandimento sull’energia che viene consumata sia per la produzione che per lo smaltimento delle automobili.

Il consorzio Green NCAP ha valutato dodici vetture nella prima serie dei test effettuati, attribuendo ad ognuna di esse un punteggio da zero a cinque stelle in base alle qualità riscontrate. Sono stati due i modelli di automobili promossi a pieni voti e capaci di guadagnarsi cinque stelle su cinque: la Hyundai Ioniq e la Bmw i3. Una sola auto può forgiarsi di un punteggio a quattro stelle: si tratta della Vw Up! GTi. Tre stelle vanno a tre a Bmw X1 2.0d e Mercedes-Benz A200, mentre la la versione con motorizzazione aggiornata di Ford Fiesta 1.0 EcoBoost, esce dal test con due stelle. Tre vetture hanno ottenuto una sola stella al termine delle valutazioni sull’energia impiegata alla guida: Audi A7 50 TDI, Volvo XC40 T5 e Subaru Outback 2.5. Note dolenti, invece, per Vw Golf 1.6 TDI, Fiat Panda 1.0 e per la Ford Fiesta 1.0 EcoBoost con la motorizzazione precedente, fanalini di coda con zero stelle.

Al termine di questa prima fase dei test, sono risultate più ecologiche le auto elettriche, anche se la distanza con i modelli alimentati da combustibili tradizionali potrebbe ridursi quando Green NCAP andrà a considerare l’intero ciclo di vita. Particolare da non sottovalutare: tutte le auto che con zero stelle erano dotate di motori Euro 6b di prima generazione, messi in commercio prima del settembre 2017. Le altre, invece, avevano motori Euro 6d-temp di seconda generazione che saranno obbligatori a partire dal settembre 2019.

Hyundai Ioniq

MOTORI Green NCAP, Hyundai Ioniq e Bmw i3 sono le più ecologiche