Gran Premio di Monza: ecco cosa accadrà

L'ACI sta contrattando con Bernie Ecclestone per mantenere in Italia il Gp di Formula Uno

Sono ore decisive per il futuro del Gran Premio d’Italia di Formula Uno: i presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani e dell’Automobil Club Milano Ivan Capelli stanno infatti discutendo gli ultimi dettagli per confermare la presenza della gara di Monza nel calendario del circus mondiale.

Dal canto suo, Sticchi Damiani ha mostrato ottimismo sull’esito positivo della trattativa: “Dovremmo essere molto vicini ad una conclusione positiva e alla firma del contratto – ha rivelato Sticchi Damiani in un’intervista concessa al ‘Corriere’ – La cifra dell’accordo si aggira intorno ai 20 milioni di dollari ma dovranno esser concordati anche altri aspetti del contratto”.

“Due terzi della cifra dovrebbe esser coperta dall’ACI e un terzo dall’Automobil Club di Milano, che sfrutterà gli utili che incasserà dalla manifestazione: speriamo di mettere presto la firma sul contratto insieme a Ivan Capelli, presidente dell’Automobil Club milanese”.

Alla fine, l’ACI pare aver ottenuto un sensibile sconto sulla cifra inizialmente richiesta da Bernie Ecclestone, che sfiorava i 30 milioni di dollari: “La richiesta era di 28 milioni di dollari, ovvero quello che pagano gil organizzatori del Gran Premi d’Austria l’ano passato più la rivalutazione del 2,5% annuo che Ecclestone opera sempre sulla tariffa”, ha puntualizzato Sticchi Damiani.

Si tratta quindi di una cifra senza dubbio notevole, ma che sia a livello di immagine che di indotto, vale la pena spendere. “Si tratta senza dubbio di una cifra importante ma possiamo coprirla anche grazie alla recente legge di Stabilità, con la quale il Parlamento ha autorizzato l’ACI ad utilizzare le proprie risorse ed utili, ovviamente attingendo anche ai risparmi sui costi, ha sottolineato Sticchi Damiani.

“Del resto il Gran Premio d’Italia è importantissimo per vari aspetti. A livello di immagine, anche sportiva, è fondamentale mantenere l’Italia nel novero delle nazioni che ospitano il Mondiale di Formula Uno – ha spiegato il presidente dell’ACI – Altrettanto importante è avere la il weekend della gara a livello economico: il territorio si avvantaggia tantissimo della presenza di decine di migliaia di persone nel fine settimana del Gran Premio”.

MOTORI Gran Premio di Monza: ecco cosa accadrà