Gite scolastiche: 1 autobus su 3 è irregolare

Bus gite scolastiche senza i requisiti minimi per circolare. I controlli della Polizia Stradale di Reggio Emilia hanno evidenziato molte infrazioni

I bus delle gite scolastiche controllati dalla Polizia Stradale sono spesso fuori norma. È questo, in estrema sintesi, quanto emerge dai risultati dei primi mesi di verifiche sugli autobus che vengono destinati al trasporto di studenti per le gite scolastiche. Un dato allarmante ma che, purtroppo, è in linea con la tendenza recente. In particolare, nella provincia di Reggio Emilia, su 40 mezzi ispezionati, addirittura un terzo è risultato fuori norma. La questione sicurezza è infatti al centro del protocollo d’intesa siglato dal Ministero dell’Istruzione e dalla Polizia di Stato.

Visto il susseguirsi di incidenti e di condizioni di sicurezza insufficienti, sia dei mezzi sia del personale di guida, al Ministero hanno deciso di realizzare un vero e proprio vademecum per regolamentare i requisiti minimi che i bus delle gite scolastiche e i loro autisti devono avere prima della partenza. Gli istituti scolastici informano preventivamente il Comando della Polizia Stradale in merito ad una gita, poi gli agenti si presentano il giorno della partenza ed effettuano i controlli specifici richiesti. Le verifiche riguardano diversi aspetti. Quello burocratico con le autorizzazioni, i permessi e le abilitazioni e quello tecnico con la verifica dei freni, delle cinture di sicurezza e del sistema d’illuminazione.

Non mancano infine i controlli legati anche alle condizioni di salute del conducente: il suo tasso di alcol, il periodo di riposo e il suo stato di salute generale. Purtroppo gli esiti dei primi mesi di verifiche hanno evidenziato una situazione allarmante: le infrazioni sono molte e riguardano un mezzo ogni tre. I problemi più frequenti sono relativi agli estintori guasti, esauriti o addirittura mancanti, oppure l’assenza di revisione, la mancanza della cassetta di pronto soccorso, l’assenza di uscite di sicurezza o i parabrezza lesionati. In un paio di situazioni, i conducenti non avevano un regolare contratto di lavoro.

Nei casi in cui i bus delle gite scolastiche non fossero ritenuti idonei, le società cui appartengono i mezzi, sono obbligate a mettere immediatamente a disposizione dell’istituto scolastico nuovi bus pronti all’uso. I controlli proseguiranno anche nei prossimi mesi con l’obiettivo di ridurre al minimo i rischi per gli studenti che partono per una gita scolastica. Al momento, però, la situazione è allarmante: nessuno pretende di avere a disposizione un autobus del futuro, ma almeno dei mezzi con requisiti minimi per garantire la sicurezza dei bambini.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Gite scolastiche: 1 autobus su 3 è irregolare