Giorgetto Giugiaro è il designer del secolo: dalla DeLorean all’auto elettrica

Dalla Delorean di Ritorno al Futuro alla nuova splendida berlina elettrica: Giorgetto Giugiaro presenta la nuova vettura al Salone di Ginevra.

Ricordate la mitica DeLorean DMC-12, l’auto di “Ritorno al Futuro“? Bene, il creatore fu Giorgetto Giugiaro, titolare della Italdesign che oggi fa parte del gruppo Volkswagen. L’auto, derivata da un’altra famosa vettura, la Lotus Espirit che compare nel film “Pretty Woman”, sempre creata da Giugiario, non ebbe però un gran successo.

Giorgetto Giugiaro è uno dei più famosi designer del nostro Paese. Nato nel 1938, ha seguito i suoi studi di belle arti e disegno tecnico a Torino, per essere poi assunto in Fiat e nel 1959 in Ghia, famosa carrozzeria all’epoca.

Nel 1968 ha poi deciso di fondare la sua Italdesign Giugiaro, per fornire servizi completi all’industria automobilistica. Il designer ha ottenuto una meritata fama mondiale nel corso della sua lunga e intensa attività, testimoniata dal titolo di Car Designer del Secolo ottenuto nel 1999 e dall’entrata nell’Automotive Hall of Fame. Non solo, anche dalla nomina di Cavaliere del Lavoro e da importanti premi come il Compasso d’Oro.

Giorgetto ha presentato il suo nuovo marchio al Salone di Ginevra, GFG Style. Dopo il debutto della Techrules REN nel 2017, quest’anno ha portato una nuova berlina elettrica con guida autonoma ed alte prestazioni. Si tratta della GFG Style Sibylla, sviluppata in collaborazione con Envision Energy, azienda specializzata nel settore dell’energia. Caratteristica da segnalare è la presenza a bordo della tecnologia EnOS, prima piattaforma open source che gestisce mobilità ed energia con l’internet of things, l’internet delle cose, che permette al veicolo di dialogare con la rete e di essere a sua volta una fonte di energia verde. L’obiettivo è ridefinire il futuro dell’automobile, verso un mondo sostenibile, dove tutti possono avere energia pulita, sicura e conveniente.

La nuova GFG Style Sibylla è una berlina elettrica a quattro posti, lussuosa e sportiva, spaziosa e dinamica. Giorgetto ha rivisitato, nella realizzazione, alcuni suoi modelli passati, lanciando anche una sorta di provocazione al travolgente mondo dei SUV e dei crossover, che si sta facendo grande spazio nel mercato attuale. Schema classico, soluzioni innovative. Guida autonoma, ma volante al suo posto.

Esteticamente l’auto si presente con un padiglione vetrato che rinuncia al montante posteriore per far arrivare il parabrezza fino al montante centrale. Aprendo le porte anteriori il parabrezza scorre in avanti, aprendo quelle posteriori si sollevano i due cristalli con apertura ad ali di gabbiano. Lunga 5 metri e alta solo 1 metro e 48 cm, coda tronca e massiccio montante posteriore.

Per quanto riguarda la meccanica, invece, la Sibylla ha quattro motori elettrici sui due assi, che lasciano spazio nell’abitacolo privo di tunnel centrale e altri ingombri. Quattro sedili facilmente regolabili, interni in pelle Poltrona Frau, volante di ispirazione aeronautica. Schermi monitor sulla plancia che forniscono informazioni di viaggio e di condizioni dell’auto, visibili anche sugli schermi pieghevoli per i passeggeri posteriori. La nuova GFG Style Sibylla è pronta per essere guidata sulle strade di Torino a partire dal prossimo mese di giugno.

gfg Style Sibylla Giugiaro

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Giorgetto Giugiaro è il designer del secolo: dalla DeLorean all&#8217...