In Germania codice etico per la guida autonoma: “la vita umana prima di tutto”

Una commissione di esperti ha consegnato al governo tedesco le linee guida per affrontare con lungimiranza l'epocale rivoluzione che in pochi anni stravolgerà la mobilità mondiale

Le auto a guida autonoma stanno per rivoluzionare la circolazione stradale di tutto il mondo e in Germania una task force di esperti corre ai ripari suggerendo al governo una serie di linee guida da adottare per non farsi trovare impreparati.

Riflessioni che hanno portato ad alcuni punti fermi: è necessario dare priorità alla salvaguardia della salute degli esseri umani; in caso di decisioni critiche da parte dell’intelligenza artificiale eliminare qualsiasi tipo di discriminazione per età, genere o razza. Questi i punti cardine a cui deve sottostare la nuova tecnologia. Evitare, sostanzialmente che le novità tecnologiche possano rappresentare un ulteriore rischio sulle strade e attivarsi, piuttosto, per far sì che la sicurezza sia sempre garantita e magari migliorata fino ad arrivare al neanche tanto utopico traguardo di rendere le strade completamente sicure, riducendo gli incidenti stradali allo zero.

Ormai è soltanto una questione di tempo. Il cambiamento epocale della guida assistita, che potrebbe poi tramutarsi in  breve tempo in autonoma, richiede linee guida precise per non lasciarsi trovare impreparati. La commissione multidisciplinare ha ricevuto la benedizione del ministro dei trasporti tedesco, Alex Dobrindt, che non ha mancato di sottolineare come l’approccio operato in Germania sia all’avanguardia e pionieristico. Indubbiamente lungimirante se si pensa che secondo le stime entro pochi anni le automobili cominceranno a diventare sempre più smart, con accessori per la guida assistita sempre più diffusi che modificheranno gradualmente il modo di guidare in tutto il mondo. Ma l’intelligenza artificiale alla guida può comportare anche problemi di ordine etico cui hanno provato a rispondere un gruppo di esperti.

Filosofi, ingegneri, teologi, esponenti dell’associazionismo per la difesa dei consumatori, giuristi si sono stretti in un lavoro di brainstorming per analizzare l’epocale cambiamento che modificherà radicalmente il modo di spostarsi della popolazione mondiale. Le conclusioni? Forse scontate ma non banali: la priorità della sicurezza deve concentrarsi sulla necessità di evitare morti e feriti tra le persone, obiettivo che si può raggiungere anche a discapito di animali e cose, in una scala gerarchica che potrebbe non far piacere agli animalisti, ma che mette al primo posto la salvaguardia della vita umana.

Sono venti i “comandamenti” che la commissione ha consegnato al governo tedesco, un vademecum per affrontare, in tempi ormai strettissimi, l’epocale rivoluzione che cambierà il modo di guidare in Germania così come in tutto il mondo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI In Germania codice etico per la guida autonoma: “la vita umana p...