Gasolio agricolo: importante novità in tema di stoccaggio

Si parla dei nuovi obblighi sui depositi di gasolio che entreranno in vigore a partire dal prossimo anno

Per chi ha un deposito di gasolio, a partire dal 2021 entreranno in vigore delle nuove regole e dei nuovi obblighi da rispettare. Gli agricoltori però saranno una categoria a parte, esonerata da queste novità legislative, lo comunica una circolare dell’Agenzia delle Dogane (47/2020).

La stessa sottolinea quindi che le aziende agricole non saranno soggette ai nuovi obblighi che riguardano i serbatoi per lo stoccaggio del gasolio denaturato utilizzato in ambito agricolo. Le nuove regole che sono state disposte per il prossimo anno entreranno in vigore immediatamente dal primo gennaio 2021 e prevedono nuovi obblighi per tutti i soggetti che hanno un deposito di carburante tra i 5 e i 25.000 litri senza erogatore o tra i 5 e i 10.000 litri con erogatore. Altro aspetto fondamentale da sapere: da gennaio bisognerà tenere un registro di carico e scarico e sarà fondamentale una comunicazione.

Il decreto legge 124 del 26 ottobre 2019, entrato in vigore in ritardo per colpa del Coronavirus, contiene questa nuova normativa. L’articolo 5 sul contrasto alle frodi in materia di accisa, prevede che il limite di 25 metri cubi (ovvero 25.000 litri) venga abbassato a 10 metri cubi. Quello per i serbatoi con erogatore, abitualmente di 10 metri cubi, verrà invece abbassato a 5 metri cubi, queste sono altre novità previste dalle regole per il 2021. I serbatoi che hanno una capacità inferiore ai 5.000 litri saranno ancora esenti dai nuovi obblighi.

L’Agenzia delle Dogane è ben consapevole che questi nuovi adempimenti potrebbero complicare (e non poco) il lavoro dei piccoli agricoltori e causare loro un danno economico in termini di tempo, non indifferente. Per questo motivo l’ente ha emanato una circolare a livello nazionale in cui appunto si sottolinea che tutti i depositi di gasolio denaturato per uso agricolo di più piccole dimensioni sono esclusi dall’applicazione delle modifiche che sono state introdotte dal decreto legge 124/2019 all’art. 25 del Testo unico sulle accise (dlgs 504/1995).

Questo significa che in qualche modo vengono “protetti” quegli agricoltori che hanno un impianto di stoccaggio di gasolio denaturato ad uso agricolo piccolo; dal prossimo 1° gennaio 2021 per loro non cambierà niente, se la capacità complessiva dei loro serbatoi è compresa fra i 10 e 25 metri cubi o tra 5 e 10 metri cubi (per distribuzione automatica).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Gasolio agricolo: importante novità in tema di stoccaggio