Festeggiare Capodanno in sicurezza: attenzione all’etilometro

Iniziano i preparativi per i festeggiamenti per salute l’ultima notte dell’anno, evitate il brindisi di troppo se dovete guidare

Come ogni 31 dicembre, anche oggi siamo pronti a dire addio per sempre a questo 2021, un anno che sicuramente ha dato molto, ma che ha tolto anche tanto alla maggior parte di noi a causa della pandemia di Covid-19 che ormai quasi compie il suo secondo anniversario e porta con sé tutte le sue conseguenze drammatiche.

Speriamo in un anno migliore sotto questo punto di vista, sicuramente per quanto riguarda la salute di noi tutti, ma anche per l’economia e il lavoro. Ci sono settori, come quello auto (crisi del mercato e oggi anche carenza di microchip) che stanno soffrendo parecchio a causa delle restrizioni e dei lockdown che si sono susseguiti per mesi. Detto ciò, stasera si festeggia. Molti sono costretti purtroppo in casa perché colpiti dall’ondata di Omicron, altri perché hanno scelto di non avere contatti e evitare possibili contagi. Altri ancora festeggeranno comunque nel limite delle regole imposte per la sicurezza.

E quindi, come ogni anno (tranne lo scorso, quando vigeva il coprifuoco) dopo il brindisi molti probabilmente si metteranno al volante per tornare a casa. Attenzione all’etilometro e alla sicurezza stradale. La guida in stato di ebbrezza è severamente punita dalla legge, si tratta infatti di un comportamento tra i più pericolosi e tra le maggiori cause di incidenti anche molto gravi. Per questo, in occasione delle feste, chiaramente gli accertamenti da parte delle Forze dell’Ordine si intensificano.

Il limite consentito dalla legge

Innanzitutto spieghiamo che il tasso alcolemico è la concentrazione di etanolo presente nel sangue dell’automobilista sottoposto a verifica, che oggi ha un limite consentito di 0,5 g/litro. Superato questo limite (che per i neopatentati invece è 0) si commette il reato di guida in stato di ebbrezza, e si viene per questo puniti.

Le sanzioni

Multe e ulteriori pene aumentano a seconda della gravità e del livello di superamento del tasso alcolemico consentito dalla legge:

  • tra 0,5 e 0,8 g/l si rischiano da 500 a 2.000 euro di multa e sospensione della patente da 3 a 6 mesi;
  • tra 0,8 e 1,5 g/l si rischiano la multa da 800 a 3.200 euro, l’arresto fino a 6 mesi e la sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno;
  • tasso superiore a 1,5 g/l, la multa va da un minimo di 1.500 a un massimo di 6.000 euro, si rischia inoltre l’attesto di un anno, la sospensione della patente da uno a due anni. È previsto anche il sequestro preventivo e la confisca del veicolo, se il conducente in stato di ebbrezza provoca un incidente stradale le pene raddoppiano.

Quanti bicchieri posso bere per evitare sanzioni e pene

Questa è la domanda più frequente che si fa ogni automobilista. Ovviamente non c’è una regola fissa per tutti ed è difficile capire realmente quanti bicchieri possiamo bene per rientrare nei limiti previsti dalla legge. Ci sono differenti fattori che influiscono sul tasso alcolemico, come:

  • sesso;
  • peso;
  • età;
  • abitudini;
  • gradazione delle bevande alcoliche consumate.

Il Governo ha fornito tabelle indicative che suggeriscono quali potrebbero essere le quantità di alcol consumabili per non superare il tasso alcolemico di 0,5. Le troviamo nei ristoranti, nei pub, nelle discoteche: aiutano solo a ad avere un’idea approssimativa di quello che possiamo bere prima di metterci al volante. Attenzione: è chiaro che se una persona non tollera l’alcol e inizia ad avere giramenti di testa e confusione anche dopo un solo bicchiere di vino, pur essendo dentro i limiti previsti dalla legge, non deve assolutamente mettersi al volante, perché potrebbe essere molto pericolosa su strada.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Festeggiare Capodanno in sicurezza: attenzione all’etilometro