FCA, ok al credito di 6 miliardi: ecco i nuovi modelli in arrivo

Il nuovo piano di investimenti del Gruppo, partono le produzioni delle auto di FCA

FCA Italy S.p.A e altre società italiane del Gruppo FCA annunciano la sottoscrizione di una linea di credito da 6,3 miliardi di euro, a tre anni, con Intesa Sanpaolo, destinata solo alle attività nazionali del Gruppo e al sostegno delle oltre 10.000 piccole e medie imprese che costituiscono il settore automotive in Italia.

La linea sarà garantita per l’80% da SACE, l’agenzia italiana per il credito all’export, nell’ambito del Decreto Liquidità emanato dal Governo e sotto la supervisione del Ministero dell’Economia e Finanze e del Ministero dello Sviluppo Economico. I fondi saranno disponibili al momento dell’emissione della garanzia di SACE. Il nuovo meccanismo prevede che tutte le erogazioni che derivano dalla linea di credito saranno gestite attraverso conti correnti dedicati, accesi con Intesa Sanpaolo per garantire sostegno operativo per i pagamenti alle attività di FCA in Italia e ai fornitori italiani di FCA, sostenendo la ripartenza delle produzioni e la prosecuzione dei progetti di investimento negli impianti italiani e presso i fornitori.

L’ecosistema automobilistico italiano è uno dei maggiori punti di forza del nostro Paese, riconosciuto a livello mondiale, e anche uno dei principali bacini di know-how specializzato a livello industriale e commerciale in Europa. FCA Italy e le società italiane del Gruppo FCA hanno confermato il proprio impegno nell’implementazione del loro ampio piano di investimenti per l’Italia, alla base della trasformazione del settore automotive italiano verso un futuro a basse emissioni.

Tante le iniziative di FCA Italy per quest’anno, sono appena partite le linee produttive della nuova Fiat 500 elettrica a Torino e delle Jeep Renegade e Jeep Compass ibride plug-in a Melfi, inizierà a breve anche la produzione della nuova Maserati MC20 a Modena. Si penserà poi all’industrializzazione della nuova Alfa Romeo C-UV a Pomigliano, di Maserati GranTurismo e GranCabrio, Maserati D-UV a Cassino e delle Maserati Ghibli e Levante a Torino. Si produrrà poi il nuovo modulo motore GSE/MHEV (Mild Hybrid) a Termoli, applicato poi a Melfi sulle Jeep Renegade e Compass e sulla Fiat 500X.

La nuova linea di credito vuole supportare la ripresa in sicurezza delle attività in Italia e arriva dopo un periodo senza precedenti, in cui le azioni che sono servite per mettere al sicuro dipendenti, famiglie e comunità durante l’emergenza da Covid-19, hanno portato al blocco totale della produzione e delle attività di vendita di FCA in Italia.

Pietro Gorlier, Chief Operating Officer per l’area EMEA di FCA, ha dichiarato: “Di fronte a una crisi senza precedenti, questo è un esempio dell’Italia che si unisce per salvaguardare un vitale ecosistema industriale. Il governo, la più grande banca del paese e Fiat Chrysler Automobiles si sono messe al lavoro per assicurare che l’intero sistema automobilistico italiano possa continuare a giocare il proprio ruolo nella ripartenza dell’economia italiana”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI FCA, ok al credito di 6 miliardi: ecco i nuovi modelli in arrivo