Etichetta degli pneumatici: arriva una novità dall’Europa

In arrivo a partire da maggio dei nuovi codici e strumenti per la classificazione delle gomme auto

Le novità che entreranno in vigore da maggio 2021 verranno introdotte per aiutare i consumatori nella scelta dello pneumatico giusto, una decisione ancora più attenta e consapevole. Vi saranno dei nuovi codici e degli strumenti digitali inediti, in grado di semplificare il processo di scelta.

Molto presto quindi le gomme auto verranno identificate con strumenti più articolati e attraverso dispositivi di lettura a scansione ottica, che consentiranno di evidenziare in maniera semplice le caratteristiche e le proprietà di ogni pneumatico. Si tratta di innovazioni e informazioni aggiuntive per i clienti finali, dando loro un aiuto concreto. Vediamo quindi, qui di seguito riassunte, tutte le novità per quanto riguarda la nuova etichettatura europea degli pneumatici, provvedimento già anticipato all’inizio dell’estate dello scorso anno, ma che, come abbiamo detto, entrerà in vigore a maggio 2021. La nuova etichetta vedrà:

  • nuove classi di resistenza al rotolamento e di frenata sul bagnato per ogni tipo di pneumatico;
  • nuova indicazione del livello di rumorosità in base al numero di decibel emessi (lettere A, B o C);
  • i consumatori potranno scansionare il QR Code sull’etichetta, per poter avere tutte le informazioni aggiuntive sulla tipologia di pneumatico, grazie a un database europeo;
  • vedremo due pittogrammi, che indicheranno se la gomma vanta un’aderenza sulla neve secondo gli standard di omologazione UE (si vedrà il simbolo del fiocco di neve), e se assicura aderenza sul ghiaccio (in base al nuovo standard ISO).

Informazioni che dovranno essere riportate sia sulle gomme auto che su tutti gli pneumatici dedicati agli automezzi pesanti (Classe C3). Le classificazioni dalla A alla C restano le stesse. Gli pneumatici di Classe C1 e Classe C2 (per autovetture e veicoli commerciali leggeri) che prima rientravano nella Classe E per quanto riguarda la resistenza al rotolamento e l’aderenza sul bagnato, passeranno in Classe D, che non era mai stata usata prima d’ora. Gli pneumatici che invece prima facevano parte della Classe F e G entreranno ora nella Classe E. Il nuovo sistema di etichettatura delle gomme dovrebbe essere più facile e comprensibile.

La scansione del QR Code che abbiamo già accennato farà accedere ogni utente al database europeo EPREL, European Product Registry for Energy Labelling, che contiene le schede informative di tutti i modelli di gomme commercializzate in UE. Ogni produttore man mano dovrà aggiornare le schede informative di prodotto, per l’assegnazione alla classe di etichetta relativa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Etichetta degli pneumatici: arriva una novità dall’Europa