Eicma 2018, il motore Polini per e-bike con un’autonomia di 420 km

Polini E-P3, design unico per una nuova esperienza di pedalata assistita che vanta prestazioni notevoli

In occasione del Salone del Ciclo e del Motociclo di Milano, Polini presenta il nuovo motore per le bici elettriche.

Si tratta di una novità inedita progettata e sviluppata dai tecnici della Casa, che hanno scelto un design unico, per un motore più leggero e compatto rispetto a quelli presenti sul mercato oggi. Polini è riuscita ad alleggerirlo fino a soli 2850 grammi, corona esclusa, per una potenza di 250 watt e una coppia massima al pedale di 70 Nm. È stato realizzato anche un supporto motore-telaio che riesce ad agevolare l’assemblaggio da parte dei costruttori, disponibile nella versione MTB front e Road.

Il nuovo motore Polini E-P3 è stato ideato con tre diversi perni pedale di lunghezza specifica per gli pneumatici che vengono montati sui differenti modelli di e-bike; sul carter è stato predisposto un foro che garantisce una lubrificazione periodica degli ingranaggi, in modo da assicurare una maggiore durata, prestazioni stabili e minore rumorosità. Al nuovo motore elettrico di Polini è possibile anche fissare direttamente un comodo cavalletto a stampella.

Sensore di coppia, sensore di frequenza di pedalata e sensore di velocità sono i 3 dispositivi messi a punto dalla Casa per E-P3, gestiti da un processore perfezionato ad hoc, che offre un controllo dinamico in funzione dello stile di pedalata, garantito qualsiasi sia la velocità di percorrenza. A seconda del modello di bicicletta elettrica, sono disponibili tre supporti corona differenti, che mantengono la linea corretta della catena.

Dimensioni straordinarie per il motore di Polini, visibile a Eicma 2018, insieme al grande spazio dedicato alle e-bike, uno dei più ridotti della categoria, con un ingombro laterale ai minimi termini, che permette di montare una doppia corona con deragliatore sia per MTB che per le bici da corsa, in modo che la posizione in sella sia perfetta, paragonabile a quella delle bici senza motore.

La batteria è stata realizzata con un design nuovo, che permette di integrarla al telaio, dando un effetto estetico accattivante al mezzo, con un supporto che si abbina perfettamente a quello del motore e che è realizzato in alluminio trafilato, studiato per diminuirne l’impatto visivo. Si guadagna spazio grazie alle dimensioni compatte del motore, in modo che si possa inserire il porta borraccia.

Tempi di ricarica molto rapidi, caricabatterie compatti e leggeri. Inoltre, all’interno del supporto della batteria e del motore, sono stati inseriti tutti i cavi dei comandi, limitandone la vista. Altra novità è rappresentata dall’impianto di illuminazione, che può essere collegato al motore, e dall’accensione, che può essere comandata direttamente dal display. Se dovesse essere necessario spingere a mano l’e-bike, allora il nuovo motore Polini E-P3 permette di procedere a 6 km/h, semplicemente pigiando il tasto dedicato.

 

MOTORI Eicma 2018, il motore Polini per e-bike con un’autonomia di 420&...