Ecco “l’auto appiccicosa” che salva i pedoni investiti

Uno speciale brevetto è stato depositato da Google

Le auto a guida autonoma potrebbero cominciare a circolare sulle strade per l’anno 2020, come ha detto di recente l’amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, che ha raggiunto un accordo per collaborare con Google.

Tra l’altro anche altri marchi di auto stanno lavorando in questa direzione per entrare in questo mercato.

Google è comunque da tempo in prima linea per la produzione di questa vettura e sta studiando anche come renderla il più sicura possibile quando dovrà circolare in mezzo al traffico.

Per diminuire il numero di pedoni coinvolti in incidenti, il colosso di Mountain View avrebbe depositato un brevetto per un particolare tipo di materiale da mettere sul cofano.

L’auto senza guidatore, grazie a questo tipo di materiale, al posto di scagliare i pedoni a terra quando li investe, riuscirebbe, attraverso una sostanza appiccicosa a mantenerli attaccati alla carrozzeria. Si tratterebbe di un materiale molto simile a quello usato per catturare la mosche, ma prodotto in modo da essere adatto anche agli uomini.

Secondo alcune ricerche contenute nel brevetto, la maggior parte dei danni alle persone investite avvengono durante la caduta e l’impatto con la strada o con altri oggetti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ecco “l’auto appiccicosa” che salva i pedoni investi...