E’ boom per il furto di navigatori nel Nord Italia

I navigatori satellitari sono sempre più spesso nel mirino dei ladri. L’ultima frontiera dei furti relativi alle auto a noleggio diffuse sul territorio nazionale riguarda infatti proprio questi dispositivi integrati nelle plance che racchiudono i sistemi di info-intrattenimento di ultima generazione.

È quanto emerge da un rapporto realizzato per conto di Aniasa, l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici, che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità (noleggio veicoli a lungo termine, rent-a-car, car sharing, fleet management e servizi di infomobilità e assistenza nell’automotive).

Se un tempo, soprattutto negli anni ’80 e ’90, a fare gola erano le autoradio, oggi il vero oggetto del desiderio per chi si districa nel mondo dei furti in auto è il sistema di infotainment presente soprattutto nelle automobili di maggior prestigio.

Quale è il modus operandi dei ladri? Individuata l’auto, con la classica antenna a pinna sul tetto, forzano – e non rompono – nella maggior parte dei casi il finestrino e saltano dentro l’auto. Attenti a non dare troppo nell’occhio e abilissimi a nascondersi nel caso del passaggio improvviso di una moto o dell’arrivo di un passante. Arrivati al dispositivo , lo sradicano dal cruscotto insieme al monitor.Il navigatore rubato viene rigenerato e rivenduto, prevalentemente sul mercato nero dell’Est Europa. Inoltre dai navigatori rubati i ladri estrarrebbero anche un chip usato nell’attività di clonazione delle carte di credito. Il danno per l’automobilista è sempre piuttosto elevato in termini economici: si può arrivare sino a 10mila euro.

La zona dove questo fenomeno è più ricorrente è sicuramente il Nord Italia (con 1.185 furti nel 2016), seguita dal Centro e dal Sud. La provincia maggiormente coinvolta da questo fenomeno è Milano (933 furti nel 2016), seguita da Roma (265) e da Napoli (119). Nel mirino dei malviventi le auto dei brand premium con Bmw che guida la classifica con ben 1.580 casi di furto, a seguire Vw con 1.066 furti, Mercedes (378) e Audi (288).

MOTORI E’ boom per il furto di navigatori nel Nord Italia