Dispositivi anti-abbandono in auto, presto operativa la norma

L'attesa sta per terminare: dopo il Consiglio di Stato è prevista la pubblicazione della legge

Arrivano novità importanti riguardo la legge sui dispositivi anti-abbandono nelle auto.

La norma che impone l’uso di seggiolini salva-bebè nelle auto, esiste già in Italia ma non è ancora operativa in mancanza di un regolamento attuativo. Per la prossima settimana è atteso il Consiglio di Stato e la pubblicazione della legge, come annunciato dal ministro dei trasporti Paola De Micheli: “Il Consiglio di Stato si esprimerà in settimana e immediatamente dopo il parare, il testo verrà pubblicato e sarà operativo – ha dichiarato la De Micheli – in questo momento non ci sono impedimenti che possano far immaginare che la norma non sarà operativa nei prossimi giorni”.

Un passo in avanti importante per l’obbligo di utilizzare seggiolini anti-abbandono all’interno delle vetture che ospitano bambini al di sotto dei 4 anni. Il provvedimento sarebbe dovuto entrare in vigore lo scorso luglio ma ritardi burocratici hanno fatto slittare il tutto. Adesso è arrivato finalmente il momento dell’attesa ufficialità senza nessuno stop da parte dell’Unione Europea: “L’Europa ha dato via libera al decreto attuativo della norma approvata dal Parlamento – ha spiegato il ministro dei trasporti Paola De Micheli – molti mesi fa c’è stata una discussione riguardo alcune questioni di applicazioni tecniche della norma ma sono state già ampiamente superate da tempo. Il testo è stato trasmesso dal Ministero delle Infrastrutture all’inizio del mese di agosto al Consiglio di Stato che in settimana si esprimerà proprio su quel testo”.

Manca poco, dunque, all’attuazione della norma che prevede l’obbligo di usare i seggiolini anti-abbandono e un sistema di allarme per i piccoli che rischiano di essere lasciati nelle auto. Il bilancio dello Stato, in merito, prevede anche uno stanziamento di un milione di euro nel 2019 e di un altro milione di euro nel 2020 al fine di incentivare l’acquisto di sistemi di allarme per chiunque risieda in Italia e trasporti minori fino ai 4 anni di età.

I dispositivi anti-abbandono stanno per diventare obbligatori e a norma di legge, al termine di un iter lunghissimo che è slittato per diversi mesi. Il regolamento proposto dall’Italia doveva essere vagliato dagli organi dell’Unione Europea attraverso una consultazione pubblica sul portale “Tris” che aveva una scadenza fissata allo scorso 22 aprile per poi slittare al 22 di luglio. Superati i problemi burocratici e di tempistica, manca solo il Consiglio di Stato per emanare la legge.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Dispositivi anti-abbandono in auto, presto operativa la norma