Diesel in declino, come allungare la vita delle nostre auto a gasolio

Le auto diesel stanno per sparire dal mercato, ma oggi un’alternativa per prolungarne la vita c’è

Le auto alimentate a diesel continuano a essere nel mirino e sembrano destinate a sparire dal mercato globale.

I dati di vendita delle vetture a gasolio dimostrano un costante e netto calo rispetto a pochi anni fa, inoltre si cerca di capire con precisione quale sarà l’anno esatto in cui queste verranno completamente sostituite dalle alternative ecologiche che sono già presenti sul mercato e che sono comunque comode, affidabili e performanti. Secondo alcune previsioni e i dati raccolti dalle società specializzate, è il 2030 l’anno in cui tutto potrebbe cambiare definitivamente, quando quindi il gasolio potrebbe diventare la scelta più conveniente solo per chi è costretto a percorrere tanti km ogni anno.

Si parla già del 2025 come anno in cui l’immatricolazione delle vetture elettriche arriverà ad un’alta quota del 20%. Questo è quello che sostiene AlixPartners che ha pubblicato un report intitolato “Auto elettrica e autonoma. La grande scommessa dell’industria dell’automobile”. Dello studio se ne è parlato in occasione della tavola rotonda con la filiera della mobilità. Come ben sappiamo e abbiamo già detto parecchie volte, la Cina è oggi il miglior mercato delle vetture alimentate a batteria elettrica e quindi la spinta per la diffusione di questa tipologia di veicoli verrà proprio da lì, mentre l’Europa procederà più lentamente.

Viste le premesse, molti di voi, in possesso di automobili alimentate a gasolio, saranno curiosi di sapere se è possibile riuscire a prolungare la durata delle proprie vetture a diesel. E una soluzione ci sarebbe anche, una strategia temporanea, utile soprattutto visti i frequenti blocchi alla circolazione per diminuire le alte emissioni pericolose, più scomodi per chi vive in città. L’espediente c’è e sta nell’implementare la doppia alimentazione diesel e gpl, un’alternativa più facile rispetto a quello che già abbiamo visto, ovvero l’aggiornamento del motore da Euro 3 a Euro 5.

Prima di prendere qualsiasi decisione è comunque importante calcolare bene i costi e i benefici a cui si va incontro visto che, ad esempio, gli esperti sostengono che per le auto con una cilindrata più piccola il cambiamento non è per nulla conveniente; quindi fatevi consigliare da chi conosce l’argomento con precisione o informatevi a dovere.

MOTORI Diesel in declino, come allungare la vita delle nostre auto a gas...