Così rubano l’auto: attenzione alla truffa “del buon padre di famiglia”

In provincia di Napoli si segnala una nuova modalità per truffare gli automobilisti

Ormai non si contano più le modalità con le quali i malviventi cercano in ogni modo di truffare gli automobilisti per rubare l’auto o rapinare il malcapitato di turno.

L’ultima azione criminale di questo tipo arriva alla Campania.

Si tratta di un trucco che sfrutta la presenza in auto di un bambino che di fatto sarebbe l’arma in più per truffare la vittima.

La vittima di turno viene leggermente tamponata, poi l’auto dei truffatori accelera e la fa accostare.

Nell’auto dei truffatori oltre al guidatore, c’è anche un bambino (solitamente sul sedile passeggeri). Il piccolo crea fiducia nella vittima designata, ma proprio in quel momento il truffatore la minaccia con un coltello o una pistola e la rapina.

Una variante avviene nelle aree di sosta, oppure un’altra ancora con la vettura dei rapinatori che arriva subito dopo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Così rubano l’auto: attenzione alla truffa “del buon padr...