Correggio, gli hacker di Anonymous attaccano gli autovelox

A Correggio gli hacker di Anonymous hanno violato i database della Polizia Municipale, cancellando i dati riguardanti gli autovelox

I database della polizia municipale di Correggio e i dati riguardanti gli autovelox, sono finiti in questi giorni nel mirino degli hacker di Anonymus. I pirati informatici dell’organizzazione sono riusciti a violare i database di Concilia e Verbatel, i software che vengono utilizzati per gestire i dati riguardanti due autovelox fissi conosciuti molto bene dagli automobilisti di Budrio di Correggio. Si tratta infatti del macchinario posizionato sulla strada provinciale 468 e di quello che si trova nella provinciale 30 a Rio Saliceto.

L’attacco è stato rivendicato da Anonymous tramite una mail inviata ad alcuni giornali nazionali e locali tramite l’account di posta elettronica della polizia municipale di Correggio. L’oggetto del messaggio riportava la scritta: “Pianura Reggiana Correggio (Re) Italy – Gatso System – Hacked by Anonymous!”. All’interno erano presenti diverse immagini che mostravano le fasi dell’attacco hacker. Infine era stato inserito una sorta di augurio di Natale: “Ho Ho Ho, Merry Christmas” seguito dal link e le password per accedere ai database di Concilia e Verbatel di Pianura Reggiana.

Non solo: il mittente della mail aveva anche disegnato con i caratteri numerici il logo di Anonymous. Secondo le prime notizie gli hacker sarebbero riusciti a cancellare ben 40 gigabyte di materiale, per la maggior parte foto scattate ai veicoli dagli autovelox. I pirati informatici hanno in parte spiegato il senso della loro azione, mostrando anche le mail di moltissimi cittadini che contestavano le multe ricevute con l’autovelox, affermando di non essere mai transitati in quella zona.

 

Non solo: gli hacker hanno portato alla luce anche un file in cui sono contenute della mail in cui la Polizia Municipale e il Comune discutevano riguardo i proventi degli autovelox e come dividerli. Per ora i diretti interessati non hanno rilasciato alcuna dichiarazione, ma sembra ormai chiaro che i dati riguardanti le ultime multe siano stati eliminati attraverso l’attacco hacker.

 

MOTORI Correggio, gli hacker di Anonymous attaccano gli autovelox