Condono per bollo auto e multe, l’Asaps denuncia: ”Si premia chi non ha pagato”

Dal presidente dell’Asaps (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale), Giordano Biserni, arriva un commento sdegnato contro la recente manovra economica del Governo che prevede il Condono delle cartelle esattoriali previsto dalla Pace Fiscale 2019.

Dopo l’intesa raggiunta durante il Consiglio dei Ministri,  è stato confermato il meccanismo del saldo e stralcio che consentirà a chi ha cartelle esattoriali vecchie (notificate dal 2000 al 2010) di non pagare nulla. Tutti i debiti fino a 1.000 euro con pubblica amministrazione e fisco accumulati tra il 2000 e il 2010 – compresi, per esempio, multe e bolli auto – saranno cancellati.

Biserni sul sito di Asaps scrive. “Qui succede che anziché premiare chi ha fatto il proprio dovere di cittadino, si “bonifica” il comportamento di chi non ha pagato (non sempre perché non aveva i soldi, sicuro). Sì lo sappiamo qual è la risposta: quei soldi non li avremmo riscossi mai più, tanto vale abbonare il debito con lo Stato (almeno si riscuote il consenso). E qui sta il problema. Uno Stato che non riesce a trovare gli argomenti “adatti” per riscuotere in tempi decenti gli introiti che gli spettano (si sta parlando di 10 milioni di multe! e diversi miliardi di euro) non può essere uno stato con la S maiuscola, perché uno Stato vero riscuote prima, molto prima di 10 anni….

Biserni sottolinea poi come anche la sicurezza stradale sia messa a rischio da provvedimenti di questo tipo: “Ci si rende conto che questa è una mazzata anche per la sicurezza stradale? Ora ci sarà un motivo in più per dire: chi se ne frega del verbale, io vado a tutta, sorpasso e sosto dove mi pare tanto poi non pago, perché prima o poi arriverà un provvedimento “comprensivo”, lo vogliamo chiamare così??“.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Condono per bollo auto e multe, l’Asaps denuncia: ”Si prem...