Il Comune di Roma taglia auto blu e permessi ZTL

L'Assemblea Capitolina ha deciso di tagliare le auto blu e i permessi ZTL, sostituiti con tessere per mezzi pubblici

Un passo importante a livello simbolico. O mediatico, come sottolineato dall’opposizione. Fatto sta che a Roma l’ufficio di presidenza dell’Assemblea Capitolina ha deciso di tagliare le auto blu e i permessi per l’ingresso nelle zone a traffico limitato, rimpiazzandoli con abbonamenti per mezzi pubblici.

Nello specifico, è stato disposto l’eliminazione delle auto blu a disposizione dell’Ufficio di Presidenza (5 di cui 3 a disposizione di consiglieri M5S, 2 di opposizione) ed è stato espresso indirizzo per l’eliminazione di quella a disposizione dei presidenti dei gruppi, per i quali però servirà un’ulteriore delibera. Le auto blu saranno ora utilizzate per finalità sociali.

Senza le auto fornite dal Comune, i consiglieri avranno diritto alla tessere per i mezzi pubblici, una scelta che il Movimento 5 Stelle, vincitore delle ultime elezioni comunali, ha deciso di prendere per dare un segnale alla città, storicamente alle prese con un traffico soffocante.

Eliminati anche i permessi ZTL con diritto di sosta (2.040 euro all’anno per ciascuno dei 48 eletti in Campidoglio) e di utilizzare invece processi di centralizzazione degli acquisti da parte dei gruppi.

Ricordiamo che l’ultimo provvedimento limitativo di auto blu aveva riguardato il Quirinale, con il taglio avvenuto appena dopo la nomina a Presidente della Repubblica di Sergio Mattarella.

L’anno precedente, nel 2014, il Governo Renzi aveva invece fissato in un massimo di 5 vetture (contro le precenti 1200) le auto blu a disposizione delle amministrazioni con oltre 600 impiegati: alcune di queste erano state vendute su ebay, peraltro con scarso successo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il Comune di Roma taglia auto blu e permessi ZTL