Il compromesso dell’Europa salva i motori benzina e diesel

La decisione nella notte: i ministri dell'Ambiente dei 27 Paesi UE confermano l'addio all'endotermico, ma i motori benzina e diesel sono momentaneamente salvi

Il Consiglio Ambiente dell’Unione Europea assicura un futuro ai motori diesel e benzina, almeno in parte: dopo una lunga trattativa, i ministri dell’ambiente dei 27 Paesi membri hanno trovato un compromesso sulla declinazione finale del pacchetto Fit for 55, che sarà discusso con l’Europarlamento e la Commissione nel corso del prossimo mese. Approvato l’addio ai motori tradizionali, con la nuova decisione si apre uno spiraglio per biocarburanti e tecnologie ibride: per valutare i risultati di questo storico compromesso, è stato fissato un check intermedio previsto nel 2026.

Registrati a Virgilio Motori per continuare a leggere questo contenuto
Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)