Comprare un auto usata da un Jihadista: lo faresti?

L'auto usata da un jihaddista potrebbe presto essere in vendita anche nella tua città. Questo perché l'ISIS vorrebbe accumulare un po' di soldi. Scopriamone di più insieme

Comprare l’auto usata da un jihaddista potrebbe sembrare impossibile, specialmente considerando la distanza che separa l’Italia dallo Stato Islamico. Tuttavia, stando a quanto riportano i principali media britannici, l’ISIS sta già vendendo i veicoli utilizzati guadagnando milioni di dollari ogni mese. E nell’ultimo periodo, alla disperata ricerca di soldi, le vendite stanno solo aumentando. È davvero impossibile, dunque, sapere con certezza l’origine dell’automobile che si va ad acquistare. Specialmente se la si acquista sul mercato nero e non sul mercato auto tradizionale.

Il tutto è iniziato ancor prima delle pesanti sconfitte inflitte dalla coalizione (guidata dagli Stati Uniti ) ai militanti Al Bagdadi, ed è proseguito ora con maggior intensità. Per resistere agli ingenti attacchi delle truppe alleate e con la perdita dei ricchi campi petroliferi, l’ISIS ha dovuto cercare altre vie di sbocco. Una di queste si è rivelato essere il mercato nero delle macchine. Basti pensare che, stando ai dati forniti dal Daily Mail, questo settore rappresenta una delle più grandi fonti del PIL jihaddista. Uno di quelli a cui gli islamisti non possono rinunciare.

D’altro canto, è possibile comprare l’auto usata da un terrorista islamico sul mercato nero a minor prezzo rispetto a quello del mercato tradizionale. La convenienza sembrerebbe prevalere, ma sorge una spontanea domanda. Qualora voi, vedendo una bella macchina in vendita, sapreste che questa è stata usata da un soldato dello Stato Islamico, la comprereste ugualmente? Per sfortuna, è davvero difficile risalire alla verità e sapere dove la macchina è stata utilizzata precedentemente. Perciò si preferisce semplicemente compiere il passaggio di proprietà senza farsi ulteriori domande.

L’auto può essere appartenuta a una brava persona, oppure essere stata utilizzata da un boss della mafia. Può essere una macchina rubata, oppure un’automobile utilizzata da un militante dell’ISIS. Per questo è preferibile usufruire dei mercati delle auto tradizionali, richiedendo sempre il libretto di circolazione e chiedendo della storia della macchina qualora usata. In qualsiasi altro caso, acquistare un veicolo con uno sconto, ma rimanendo del tutto incerti sul suo passato, è sconsigliato. E non solo per questioni morali, bensì per la possibilità di eventuali manomissioni al veicolo stesso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Comprare un auto usata da un Jihadista: lo faresti?