Completato il primo test della Gen2 di Formula E

La due giorni dio prove sul circuito spagnolo di Monteblanco è terminata per le scuderie di Formula E.

Sul circuito di Monteblanco, in Spagna, vicino alla città di Siviglia, diverse scuderie hanno portato a termine una due giorni di prove, per prepararsi alla prossima stagione della serie Full Electric dell’anno 2018/2019. Le squadre che si sono allenate nel suddetto circuito sono l’Audi, la DS, la Venturi, la Mahindra, la Jaguar, la Penske/Dragon e la Nissan/DAMS. Il primo test con le macchine della Formula E Gen 2 è stato quindi completato.

Le squadre coinvolte in questi test sulla pista spagnola vicino a Siviglia sono sette, tutte scuderie che partecipano al Campionato FIA più ecologico esistente. Le prove si sono svolte a porta chiuse da lunedì a mercoledì, con un giorno e mezzo di pausa.

Protagonisti indiscussi di queste gare di prova sono stati il campione in carica Luca Di Grassi su Audi, l’abilissimo Nelson Piquet jr alla guida della sua Jaguar, il collaudatore Michael Benyahia e la riserva Tom Dillmann sulla monoposto Venturi, Felix Rosenqvist per la scuderia Mahindra e infine Sébastian Buemi per DAMS.

Inizialmente si pensava che anche Bmw prendesse parte a queste giornate di prova, ma la rinuncia della squadra è arrivata proprio all’ultimo momento. Purtroppo nelle fasi finali di preparazione della macchina si è verificato un malfunzionamento ovviamente non atteso, per questo motivo la Casa tedesca ha preferito proseguire il lavoro a Monaco, invece che recarsi in Spagna insieme alle altre squadre per i test su circuito.

La NIO è l’altra squadra che non si è presentata alla due giorni di prove. In questo caso però la motivazione non è imputabile a malfunzionamento dell’auto o qualsiasi altra problematica tecnica. Gerry Hughes, boss del team cinese, ha spiegato che stanno seguendo un programma di progettazione e produzione del veicolo, calendarizzando tutto, anche le prove del nuovo telaio e del powertrain. La data di prove, in fase di pianificazione preventiva, non era ancora stata ufficializzata e quindi non erano pronti, anche se assicura che come tempi sono in linea come lo scorso anno. Praticamente sono stati un mese in ritardo rispetto all’appuntamento spagnolo al circuito di Monteblanco, ma solo a causa di tempistiche differenti.

Ad aprile dovrebbe svolgersi un altro shakedown delle scuderie Formula E sul tracciato di Calafat, in Catalogna, attendiamo quindi di saperne di più.

MOTORI Completato il primo test della Gen2 di Formula E